Filottrano: il sindaco Giulioni taglia il nastro del nuovo depuratore

27/11/2015 - Inaugurato il nuovo depuratore a Filottrano . L’impianto di ultima generazione, il primo delle Marche, è costato circa 5 milioni di euro e servirà una popolazione di 12 mila abitanti

Taglio del nastro per il nuovo depuratore di Filottrano, in località Fiumicello. Alla presenza del presidente di Acquambiente Marche Alessandro Maccioni, del sindaco di Filottrano Lauretta Giulioni, accompagnata dall’intera giunta, e dei sindaci e amministratori dei Comuni soci, è stato inaugurato un impianto di fondamentale importanza che garantirà la depurazione dell’intero territorio con i conseguenti vantaggi per l’ambiente. Il depuratore, che tratterà le acque reflue di circa 12 mila abitanti, praticamente poco più della popolazione di Filottrano, è costato 5 milioni di euro e rappresenta il primo esempio nella regione Marche di depuratore compatto. Un depuratore che in pratica occupa circa un quinto dello spazio di uno tradizionale, ma con un’efficienza di gran lunga superiore. Si tratta di un impianto di ultima generazione, con tecnologia altamente performante, realizzato a membrane piane. Il depuratore di Filottrano è anche il primo della regione per la capacità di trattamento e per la tecnologia utilizzata.

L’impianto si suddivide in due linee che gli consentono, subito dopo la depurazione, di produrre un’acqua utilizzabile per l’irrigazione dei campi. Inoltre produce emissioni assolutamente al di sotto di tutti i limiti previsti dalle normative europee e nazionali e rispetta a pieno il piano di tutela delle acque della Regione Marche che ha stabilito parametri ancora più restrittivi rispetto a quelli di Bruxelles.

Soddisfatta il sindaco di Filottrano Lauretta Giulioni: “Avere un impianto di depurazione delle acque reflue è un importante traguardo, ma anche un punto di partenza per una comunità come la nostra che deve continuare a perseguire interventi a sostegno dell’ambiente e della qualità della vita. Il depuratore garantirà un servizio che forse è poco visibile, ma che è di fondamentale importanza per una città che vuole essere al passo con i tempi e più rispettosa verso le nuove generazioni”.

Il presidente di Acquambiente Marche Alessandro Maccioni durante il taglio del nastro ha voluto ricordare il suo predecessore Isidoro Carancini, scomparso recentemente. “Oggi andiamo ad inaugurare una struttura fortemente voluta da Isidoro, una persona che nonostante non ci sia più, continua ad essere per molti di noi un modello da seguire come ottimo amministratore e per il suo notevole entusiasmo. Capacità che lo hanno visto spendersi in prima persona per Acquambiente e per questo nuovo impianto. Per la società la realizzazione del depuratore – ha aggiunto Maccioni – è stato un intervento importante, ma allo stesso tempo doveroso. Puntiamo molto sulla qualità della vita ed il rispetto dell’ambiente. Il depuratore rappresenta un ulteriore passo verso questa direzione”. L’impianto nei prossimi giorni entrerà in funzione a pieno regime








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2015 alle 22:34 sul giornale del 28 novembre 2015 - 1801 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aq10