Al via la seconda edizione di 'A scuola di latte'

Latte 29/11/2015 - Al via la seconda edizione del progetto di educazione alimentare “A scuola di latte”, promosso dall’azienda marchigiana, nelle primarie della regione. Previsti premi per i primi classificati con tante iniziative.



Per Falzetta “è importante promuovere nei più piccoli la salute e le sane abitudini”. Incontri di formazione per gli insegnanti, schede didattiche, lezioni on line e servizi di assistenza sul web, ma anche workshop dal vivo con una dietista qualificata per i primi plessi che iscriveranno almeno quattro classi e che saranno assegnati fino a esaurimento, in base all’ordine di iscrizione e con un’equa suddivisione fra le province.

Sono queste le novità dell’ edizione 2014/2015 del progetto “A Scuola di latte”, il concorso di educazione alimentare rivolto alle scuole della regione promosso da Trevalli, azienda marchigiana leader nel settore lattiero-caseario. Composta da 11 cooperative di base, riunisce circa 1000 produttori agricoli controllando tutta la filiera del latte, dagli allevamenti sino al consumatore.

“A scuola di latte – spiega Michele Falzetta, Direttore generale di TreValli – è un progetto che abbiamo lanciato lo scorso anno e che è stato accolto con sorprendente entusiasmo coinvolgendo ben 3400 alunni. Un percorso di scoperte e di crescita, che vogliamo proseguire anche quest’anno, continuando ad affiancare le scuole nella promozione della salute e delle sane abitudini”.

Un percorso didattico, dunque, improntato alla conoscenza ed al consumo di cibi sani e genuini che culminerà nella realizzazione di un video finalizzato a riprodurre una lezione di educazione alimentare su un tema a scelta. Per tutta la durata del progetto, i piccoli alunni si trasformeranno in promettenti cineasti capaci di raccontare la valenza degli alimenti e il modo migliore per consumarli. A tutti i partecipanti sarà riservata anche una tappa intermedia dedicata alla presentazione della sceneggiatura dei diversi video che verranno presentati.

Un’iniziativa originale che, ancora una volta, dimostra il forte legame di Trevalli con la regione Marche nella quale vuole diffondere l'importanza nutrizionale del latte e dei suoi derivati in virtù dell’approfondita conoscenza, maturata in cinquanta anni di attività, sul fronte della filiera e del prodotto. Il progetto offre a tutte le classi partecipanti diversi strumenti per approfondire i principi della corretta alimentazione, sulla falsariga delle politiche europee, con un focus specifico rivolto appunto al latte e ai suoi derivati. In palio numerose LIM (Lavagne Interattive Multimediali), Pc e stampanti.

“Questo progetto – continua Giulia Marini, Business Innovation Manager di TreValli – è un’espressione fresca e vivace della passione che ci lega al territorio e dell’impegno che mettiamo tutti i giorni per portare qualità in tavola e diffondere valori genuini.”

Un proposta che rientra, dunque, in un percorso più ampio di valorizzazione del latte coinvolgendo scuole, famiglie e, soprattutto, i bambini. Sono loro i veri protagonisti del mondo ‘Trevalli’. Un mondo che parte dal territorio e vi ritorna, in modo attento e sensibile. Come nel caso del progetto “A scuola di latte”. Tutte le informazioni utili sono reperibili nel sito www.ascuoladilatte.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2015 alle 22:05 sul giornale del 30 novembre 2015 - 953 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, progetto, educazione alimentare, trevalli, a scuola di latte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aq44