Quantcast

Jesi in rima: una poesia sulle prossime novità della rubrica

Jesi in rima, rubrica di poesia in dialetto jesino 1' di lettura 04/12/2015 - La rubrica Jesi in rima si arricchisce di nuovi contenuti, e come presentare al meglio cosa bolle in pentola, se non attraverso una brillante poesia di Marinella Cimarelli?

Eccola qui!

O porca puzzola,

adesso que famo,

ce fasciamo la zocca

e no ‘rcominciamo?

Ridevamo tanto

per quèle scenette

magari non digo

era pur sciapette,

però facéa ride

e ce se divertìa.

Io propongo

che pur tuttavia

famo finta de niente

finchè se la pòde,

e scì scappa fòri

che a qualcuno je rode

non è colpa nostra,

è ‘l destino in sé stesso…

Scinnò uno passa

perdero da fesso!

Terrore e minacce,

spaurìde tremende

io so’ convinta

che tutto dipende

da come la piji,

da qualche vòi fa’

scinnò chì me pare

de sta’ soffoga’….

E quello no ‘l digo

quell’altro no ‘l vòle,

scì fòri c’è ‘l sole

per loro ha da piòe,

e non è mai pàra

scì è dritta la storce,

però fiji cari

l’ha fatte dù borce…..

E ‘l sai que te digo?

Fò come me pare,

e pure scì so’

na’ goccia ntél mare,

libero al cielo

il mio estro geniale,

prepara deve gente

che fra pogo è Natale!






Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2015 alle 00:19 sul giornale del 04 dicembre 2015 - 1176 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesia, poesie, novità, articolo, marinella cimarelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arhs

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV
logoEV