Quantcast

Calcio: Edp Jesina femminile batte Trento a domicilio ed è regina d'inverno

2' di lettura 31/01/2016 - In un clima in realtà insolito per essere il 31 gennaio località Trento, la Jesina sembra averci preso gusto e per la seconda settimana consecutiva si crede una squadra di pallavolo e chiude il match sullo 0 a 3.

Partita che inizia in discesa per le ragazze di mister Giugliano che al 5' conquistano un calcio di rigore con Monterubbiano, la quale viene atterrata nell'area piccola. Il rigore viene realizzato con freddezza e lucidità da Polli.

Dopo soli 6 minuti arriva il raddoppio della biondina da Fermo, Vale Monterubbiano, si invola sulla fascia sinistra lasciando i difensori sul posto come fossero birilli e insacca sul primo palo.

Per il resto del primo tempo il gioco è quasi tutto in mano della squadra marchigiana che diverse volte si fa pericolosa sotto porta, senza però trovare il bersaglio grosso sempre per un soffio.

Nel secondo tempo, invece, le giocatrici in preda ad un attacco d'arte si impersonificano nel Picasso del periodo Cubista, peccando di poca concretezza nel costruire azioni pericolose.

In questa situazione di stallo arriva però la terza rete delle leoncelle con un autogoal, ma che attribuiamo a Monterubbiano, la quale per la doppietta verrà premiata dal papà Claudio con una ricca ricompensa in denaro, ovviamente da dividere con le compagne.

Scherzi a parte, goal che nasce all'85' dall'ennesima corsa sul fondo e da una palla messa in mezzo all'area dalla nostra numero 11 che oggi consuma suole, lacci, malleoli, tibie, platelle, femori ed esce dal campo solo con il bacino.

Da segnalare la grande sicurezza tra i pali che dà anche questa domenica Guidi Emma: in un lancio lungo a gran voce il nostro portiere chiama palla per poi scivolare sulla lastra di ghiaccio lanciata dalla principessa Elsa Battistoni, giunta al campo direttamente da Frozen del mondo Disney.

Stessa sorte per la malcapitata Scarponi che pochi minuti prima, nella zona del centrocampo, manco fosse Tania Cagnotto atterra sul sintetico trentino con il suo lato B dopo un doppio carpiato ad alto coefficiente di difficoltà.

Sicuramente con oggi abbiamo raggiunto un importante traguardo, campionesse d'inverno del girone B di serie B con miglior difesa e miglior attacco, ma siamo solo a metà cammino e ci teniamo ad autoricordarci che non bisogna mai cullarsi sugli allori perché ogni partita è a sè ed il must è sempre vincere.

TRENTO CLARENTIA: 1Jarentis, 2Busarello, 3Roaben, 4Bonenti, 5Jenzi, 6Pellegrini, 7Marin, 8Branz, 9Dauriz, 10Rosa, 11Zappini. A disposizione: 12Valenti, 13Veronesi, 14Rovea, 15Marchetti, 16Chierchia, 17Slomic, 18Maurina.

EDP JESINA: 1Guidi, 2Picchiò, 3De Sanctis, 4Scarponi, 5Breccia, 6Alunno, 7Catena (67' Mosca15), 8Battistoni (56' Becci17), 9Polli, 10 Vagnini (75' Fontana16), 11Monterubbiano. A disposizione: 12Cantori, 13Fiorella, 14Barchiesi, 18Fabbretti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2016 alle 22:26 sul giornale del 01 febbraio 2016 - 815 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, calcio, jesina calcio femminile, calcio femminile!, trento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/as9J





logoEV
logoEV