Quantcast

Chiaravalle: dopo 200 anni riapre la Porta dei Monaci

La porta dei Monaci a Chiaravalle 2' di lettura 05/02/2016 - Terra e cielo, sacro e profano, chiesa e chiostro, materia e spirito, torneranno a riabbracciarsi dopo duecento anni.

Sabato prossimo, infatti, sarà riaperta la Porta dei Monaci che mette in comunicazione il chiostro e l’abbazia di Santa Maria in Castagnola e ripristina il dialogo tra la chiesa ed il suo monastero.

Non è una Porta Santa ma per la comunità è un momento importante, che sabato sarà sottolineato dalla presenza del nuovo Vescovo Franco Manenti, da numerosi parlamentari regionali tra cui Carrescia, Mastrovincenzo e Bora, da funzionari della Soprintendenza ai beni architettonici.

“Finalmente – dicono il parroco don Giuseppe Giacani e Massimo Bitti – si riallaccia un legame storico e si ripristina la continuità spaziale del complesso monastico. Napoleone volle murare la porta e dopo 200 anni questa separazione finisce. La Porta dei Monaci non è solo un passaggio, è la cerniera che recupera il significato e l’unione tra l’edificio sacro e le pertinenze conventuali. Il significato sociale è forte perché si riallacciano relazioni tra il clero e la gente, tra sacerdoti e laici, in un luogo di incontro, cultura e dialogo”.

La riapertura della Porta dei Monaci ha avuto un percorso che ha portato ad una progettualità condivisa e partecipata con il coinvolgimento di istituzioni locali e regionali, sempre sotto l’attenta lente d’osservazione della Sovrintendenza. Lo studio tecnico è stato eseguito dall’ing. Stefania Copparoni e dall’arch. Mauro Gastreghini.

Dopo un convegno in cui è stata coinvolta la città si è deciso di indire un concorso di idee tra gli studenti dell’istituto d’arte Mannucci di Ancona e da questa iniziativa è scaturito il progetto scelto da una qualificata giuria.

La Porta dei Monaci, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, il Rotary di Falconara e da alcuni imprenditori, è stata realizzata dagli artigiani chiaravallesi Franco Paolini e Mario Romagnoli mentre l’arco in muratura dalla ditta Pieri. Sono anche iniziati i lavori di ripristino del dispensarium.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2016 alle 16:51 sul giornale del 06 febbraio 2016 - 5186 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, gianluca fenucci, porta dei monaci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atkZ