Quantcast

Calcio: la Jesina torna alla vittoria contro Giulianova

3' di lettura 14/02/2016 - Non è stata una prestazione da leccarsi le dita, almeno nel primo tempo, ma la Jesina è riuscita a battere il fanalino di coda Giulianova, chiudendo la striscia di tre sconfitte consecutive.

Certo, va considerata la debolezza dell’avversaria, non va dimenticato che la squadra di Bugari non ha fatto la sua migliore partita dell’anno, ma i tre punti sono arrivati: diversamente sarebbe stata crisi vera.

Primo tempo modesto e non solo per colpa dell’avversaria, che nella sua palese inferiorità, mette entusiasmo e volontà, perché se è vero che nei minuti iniziali, la squadra di Pisano sembra voler tenere il ritmo basso, con il passare dei minuti comincia a uscire dal guscio, cercando di fare qualcosa di apprezzabile.

La Jesina, al contrario, sembra povera di idee ed energia, non gioca con quel furore agonistico che ci si dovrebbe aspettare da una squadra reduce da tre sconfitte consecutive, a rischio contestazione, da parte del proprio pubblico.

Al 9’ la Jesina batte il primo calcio d’angolo, Arati dalla bandierina appoggia rasoterra su Trudo, questi appoggia corto all’indietro su Frulla, il cui tiro al volo finisce abbondantemente sopra alla traversa.

Al 23’ su un rilancio difensivo, contropiede della Jesina in superiorità numerica, ma la ripartenza è troppo lenta e la difesa recupera. Sul cross di Compagnucci, esce Proietti e respinge.

L’occasione più favorevole è al 27’: calcio di punizione battuto da Frulla per Trudo, mentre i giocatori ospiti si attardano a protestare con il direttore di gara. Cross in profondità, sul quale Ragatzu, in tuffo, arriva in ritardo.

Poco altro fino a riposo, a parte una girata di Pellecchia, complice la difesa Jesina, che finisce abbondantemente fuori, da buona posizione, al 42’.

A inizio ripresa la svolta: al 4’ calcio di punizione ben battuto da Pellacchia, il portiere di casa Niosi, toglie dalla propria porta un pallone destinato a entrare, a fil di traversa.

Dopo lo scampato pericolo la Jesina passa in vantaggio, al 7’: azione di rimessa, Trudo lancia in profondità Frulla, che pesca a centro area Ragatzu. Sua la conclusione vincente, 1-0!

Jesina vicina al raddoppio al 31’, azione insistita in area ospite, la conclusione finale di Strappini viene bloccata da Proietti.

I giallorossi ospiti sembrano essersi arresi, così al 37’ ci scappa il 2-0: Arati dalla bandierina, Frulla anticipa tutti e di piatto deposita a rete.

Per la Jesina tre punti preziosi, per il Giulianova retrocessione diretta quasi certa.

JESINA-GIULIANOVA 2-0

Jesina: Niosi, Sassaroli, Carnevali, Strappini (41’ st Ambrosi), Tafani, Calcina, Frulla, Arati, Trudo (23’ st Alessandrini), Ragatzu (44’ st Ferretti), Compagnucci. All.: Bugari.

Giulianova: Proietti, D’Antonio, Sborgia, Straccia, Ferrante (8’ st Perucca), Sbaraglia, Pellecchia, De Cerchio (38’ st Alessandroni), Rufo, Giampaolo, Emili (38’ st Mastrilli). All.: Pisano.

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia.

Reti: 7’ st Ragatzu, 37’ st Frulla

Note: ammoniti 30’ pt Sbaraglia, 5’ st Frulla, 16’ st De Cerchio, 18’ st D’Antonio, 32’ st Alessandrini (J), 43’ st Pellecchia.

Spettatori: 400 circa

Corner.: 4-3








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2016 alle 15:13 sul giornale del 15 febbraio 2016 - 1663 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, giulianova, serie d, Jesi a

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atGs





logoEV
logoEV