Quantcast

Jesi in rima: dopo le feste è tempo di ...penitenza!

Dolci delle feste di Carnevale 1' di lettura 18/02/2016 - Una nuova poesia, per la rubrica Jesi in rima. Stavolta Marinella Cimarelli passa in rassegna le feste appena trascorse, fino alla Quaresima... lontano dalle tentazioni culinarie!!





PENITENZA


E giù che te pentisci

brutto disgraziàdo,

che tutte ste' feste

chissa' quant'hì magnàdo!


Pròa a negàllo,

pròa a di' de no,

hì messo su nà' trippa

che de più non se pò...


Zeppole, castagnoli,

cicerchiàda casereccia,

e adè que vorésti

mannà indièdro la freccia?


L'hì volùda tira'?

Mo' non và all'arrèdo,

va' solo all'avanti,

rècida sto’ Credo:


"Credo che dopo le Ceneri

me comporto bè;

Credo che magno meno

(Sciiiìììì...beàdo te!);

Credo che avanti a tutte

le méjio Pasticcerie

passo, filo dritto,

evitànno le leccornìe;


Credo solennemente

de non casca' in tentazio'

e scì mì mojie cucina

cambio direzio';


Credo siguro

che vo' a camina',

però sci' me stracco

me podrò ferma'?"


Insomma i propòsidi

sarìa pure bòni,

solo che al dunque

c'è troppe occasioni

pé trasgredi'

e fa' come se pare,

certo sté feste

ha costàdo care....


Prima l'anticipo

col Santo Natale,

pò 'l Capodanno,

e pure lì niente male,

arìva birbetta l'Epifania

che tutte le feste

dovrìa porta' via!


Ma que porta via?

Dirìa proprio niè,

col Carnevale

arcumìnci da tre...


Chì non ce rmàne

che da' retta al Prède,

battéde 'n colpo

Jesi' scì ce séde,

in fila per due,

ce se và a confessa',

da Chiesa Paolotti

a San Sebastia',

e scì te pròi

‘n tanti’ a protesta’

te metto ‘l costume

e te fò specchia’!!!






Questo è un articolo pubblicato il 18-02-2016 alle 14:30 sul giornale del 19 febbraio 2016 - 1394 letture

In questo articolo si parla di attualità, poesia, quaresima, marinella cimarelli, jesi in rima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atQH

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV
logoEV