Camerano: sfrutta tre minorenni per rapinare il Carrefour, nei guai pluripregiudicato napoletano

02/03/2016 - Pensava di sfuggire alla legge nel tentativo di depredare il Carrefour. Il 24enne napoletano e pregiudicato vi era giunto verso le 12.40 di mercoledì a bordo di una Nissan Micra rossa e accompagnato da tre 17enni osimani incensurati.

E invece i Carabinieri di Osimo lo hanno bloccato insieme ai complici proprio in uscita dal centro commerciale. I tre, che avevano marinato l’I.S.I.S. “Maria Laeng” di Osimo e Castelfidardo, sono stati pizzicati in possesso di merce elettronica e videogiochi, asportati dagli espositori e non pagati alle casse. I quattro malviventi sono stati quindi condotti nella caserma di Camerano, dove, al termine delle formalità di rito, Matazzaro è stato arrestato per furto aggravato in concorso con comunicazione al Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona Rosario Lioniello. I minorenni sono invece stati denunciati in stato di libertà presso il Tribunale per i minorenni di Ancona per il concorso nell’analogo reato. Nella circostanza solo uno dei tre minorenni è stto deferito anche per il reato di porto illegale di armi o oggetti atti ad offendere, in quanto all’atto del controllo, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un coltello di genere proibito, immediatamente sequestrato. La refurtiva del valore circa 150,00 euro è stata recuperata e restituita al responsabile del supermercato.

La Procura di Ancona ha disposto subito nei confronti dell’arrestato la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua residenza di Osimo, in attesa del rito direttissimo, e nei confronti dei minori l’affidamento ai propri genitori. Verso le 14.30, l’udienza presso il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto e il giudice, dopo aver attentamente letto gli atti di P.G., ha rubricato il reato nella fattispecie più grave di rapina impropria, accogliendo i termini a difesa dell’arrestato e rinviando l’udienza al prossimo 20 marzo.

Gli stessi militari, subito dopo, con la conclusione delle indagini per un furto inabitazione, hanno potuto deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona la nota pluripregiudicata di etnia rom L.M., nata a Ivrea (TO), Classe 1975, residente a Jesi (AN), nubile, nullafacente, con a suo carico precedenti specifici per reati contro il patrimonio (furti e truffe). Costei nel pomeriggio di martedì, fingendosi impiegata comunale con il compito di controllare le utenze domestiche, si è introdotta nell'abitazione di un 91enne di Camerano, in via Monsignor Donzelli, sottraendogli monili in oro e la somma contante di circa 1.200 euro per un danno complessivo di 3.000,00 euro circa. Le immediate indagini hanno portato a gravi e precisi indizi di colpevolezza a carico della donna che è stata riconosciuta anche grazie alla collaborazione della vittima, attraverso l’individuazione fotografica.

Di conseguenza sono state diramate le ricerche della rom pluripregiudicata che attualmente risulta essere irreperibile. Su di lei ora anche la Questura di Ancona potrebbe decidere di far valere il foglio di via dal Comune di CameranoSul suo conto veniva comunque redatta e inoltrata alla Questura di Ancona una proprosta di misura di prevenzione per l’rrogazione del Foglio di Via Obbligatorio per anni 3 dal comune di Camerano.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 







Questo è un articolo pubblicato il 02-03-2016 alle 15:15 sul giornale del 03 marzo 2016 - 1947 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aumu