Calcio: domenica no per la Biagio Nazzaro, al Comunale passa il Tolentino

Biagio Nazzaro Chiaravalle 07/03/2016 - Il tempo nero tiene lontano il grande pubblico, ma nero è il pomeriggio della Biagio, dominata da una signora squadra, che pur senza tre titolari (Focante, Mercuri e Ripa) e con quattro "under" in campo (due i ´99) ha sviluppato un'intensità agonistica, soprattutto nella zona nevralgica del campo, che ha oscurato i rossoblù.

Il digiuno di vittorie nei confronti del Tolentino aumenta: questa è la diciottesima sfida consecutiva in cui andiamo a vuoto, ma se in passato abbiamo qualche volta recriminato, oggi dobbiamo solo complimentarci con la squadra più in palla del momento.

Fin dall´inizio si capisce subito che i cremisi hanno un altro passo: Leonardo Rossini ci prova al 6´, poi all´8´ Ruggeri va via in velocità e pennella di sinistro per Adami, anticipato da Lombardi al momento dello stacco. All´11´ Mongiello approfitta di una prima colossale ingenuità difensiva e vola verso Lombardi: bravo il portierone a disinnescare la conclusione.

Scema il ritmo ma a centrocampo comanda il Tolentino, che passa al 28´ approfittando al meglio del primo calcio dalla bandierina. Sulla parabola di Tizi, Adami mette dentro in mischia, con la retroguardia di casa poco reattiva.

Nella ripresa, con il campo più pesante, la Biagio prova a recuperare con orgoglio, ma sono sempre di marca cremisi le poche occasioni prodotte. Al 15´ Tizi lancia Mongiello, che s´ingarbuglia davanti a Lombardi proprio sul più bello. Al 20´ lampo di genio di Gasparini, che taglia in verticale sempre per Mongiello, che stavolta non fallisce la stoccata e raddoppia.

La Biagio ci prova, ma non è in condizione: Cavaliere ha la palla buona al 25´, ma sbaglia sotto misura e dall´altra parte le ripartenze micidiali mettono ancora Mongiello in condizione di nuocere: lanciato da Senigagliesi, l´attaccante spreca al 31´, così come spreca lo stesso Senigagliesi, a due metri dalla linea di porta, al 45´. Infruttuosi i cambi operati da Malvenda, anche se Candolfi prima e Diego Rossini provano, se non altro, ad alzare ritmo e baricentro. I rossoblù, ormai senza controllo della partita, non pungono e vanno al tiro solo con un diagonale poco insidioso di Cavaliere in pieno recupero. Troppo poco per far male a questo Tolentino.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2016 alle 00:41 sul giornale del 07 marzo 2016 - 610 letture

In questo articolo si parla di sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auwS