Pallavolo: la Lardini sfreccia a Monza, che impresa al PalaIper

06/03/2016 - E’ la Lardini più bella, quella che anche lontano da casa vince, sogna e fa sognare.

Filottrano firma un’impresa da ricordare, vincendo laddove fin qui nessuno aveva osato, in un PalaIper colorato di rosanero dai festanti tifosi filottranesi. Due set semplicemente splendidi, ma anche e soprattutto la capacità di metabolizzare il ritorno di Monza e prendersi la vittoria al tie-break, il quinto vinto in trasferta su altrettanti giocati. La Lardini innesta subito il turbo Kiosi, che fa 3 su 3 in attacco per il primo vantaggio esterno (3-4). Al muro di Dekany (7-6) risponde quello di Coneo (7-7) che dà il là all’allungo di Filottrano che si concretizza con l’ace di Agrifoglio (8-10) e sul muro di Cogliandro (8-12). E’ una Lardini attenta in difesa e nelle coperture a muro, solida in ricezione (61% nel set d’apertura) e quando Candi prova a riportare sotto le brianzole (11-13) ci pensano la “piazzata” di Moneta e la diagonale vincente di Kiosi (6 punti con il 60% di efficacia nel primo set) a rimettere luce tra le due squadre (12-16). Brave le rosanero (oggi in bianco) a mantenere inalterato il divario con le combinazioni al centro e con Villani appena entrata (19-23). La fast di Giuliodori chiude positivamente la prima frazione di una Lardini che non si fa irretire dal muro di Monza alla ripartenza (3-0) e si affida a una Moneta estremamente efficace sia in attacco che al sevizio: sono due aces consecutivi dell’ex Saugella a consentire alla Lardini di mettere la testa avanti (8-9), il muro di Coneo (9-12) e capitan Kiosi danno ulteriore slancio alla formazione filottranese (11-17). Il Saugella Team si affida ai colpi in attacco di Bezarevic (15-18), che lo riportano sotto nel punteggio (17-19). La Lardini ha una stratosferica Feliziani e Agrifoglio può contare su parecchie frecce all’arco rosanero: Giuliodori mette giù la fast del 18-21, Dekany tiene Monza in scia (20-21), ma prima Coneo (20-22) e poi Cogliandro (21-23) consentono a Filottrano di mantenere il prezioso break. Il servizio di Agrifoglio manda in affanno la ricezione di casa (21-24) e la Lardini alla prima occasione chiude il set con il terzo muro personale di Cogliandro. Sono di Kiosi e Moneta i punti dello strappo rosanero (1-3) nella fase iniziale di un terzo parziale in cui Monza ritrova i punti di Zago) e maggiore efficacia al servizio (ace Bezarevic, 7-6). Le mani di Giuliodori stoppano solo momentaneamente (8-8) un Saugella Team che colpisce con Dekany (12-9) e sfrutta al massimo il giro in zona-uno di Bezarevic (14-9). La Lardini non demorde, sospinta anche dall’incessante incitamento dei suoi tifosi: le maglie tornano a stringersi in difesa e con Cogliandro, Moneta e Kiosi la formazione di Pistola torna a far sentire il fiato sul collo di Monza (15-14). E’ un ace “baciato” dal net di Dekany a ridare fiato alle brianzole (18-15), ma Filottrano è lì e risponde con il servizio vincente di Moneta (19-18). Agrifoglio si affida a Cogliandro e fa bene: le frustate della centrale (7 punti nel 3° set con il 64% di efficacia) tengono la Lardini in corsa fino al 23-22, ma l’attacco vincente di Zago e il successivo muro di Bezarevic permettono a Monza di accorciare le distanze. La squadra di Delmati, cresciuta in attacco (44% nel terzo set), ritrova vigore anche in difesa e la Lardini deve far fronte ad un avvio di quarto periodo in salita (4-2). Muro e servizio fanno male (11-4) e coach Pistola rivoluziona il sestetto (dentro Villani, Coppi e poi Rita). La Lardini prova a rimanere aggrappata al punteggio (15-9), almeno fino al nuovo allungo di casa (22-10), propiziato anche dagli errori rosanero. Monza arriva rapidamente al tie-break, da dove la Lardini riparte dal muro di Giuliodori e la Saugella dai punti di Zago (2-1). Filottrano stringe i denti, ritrova la parità con Villani (5-5) a abnegazione in difesa (8-8). Lardini avanti sul mani out di Coneo (8-9), il controsorpasso è a firma Dekany (10-9). Coneo buca il muro di Monza (10-10) e le mani di Giuliodori diventano tentacoli, stoppando per due volte le offensive brianzole (10-13). Feliziani è un baluardo inesauribile in seconda linea e sul campo della Lardini non cade più nulla, così il mani out di Coneo consegna quattro set-ball a Filottrano (10-14). La Saugella si aggrappa al muro di Devetag (12-14), poi è l’attacco di Dekany a “spaventare” la Lardini (13-14), che però mantiene i nervi saldi e la fast di Giuliodori scatena l’entusiasmo rosanero.

SAUGELLA TEAM MONZA – LARDINI FILOTTRANO 2-3

SAUGELLA TEAM MONZA: Dall’Igna 1, Zago 18, Candi 8, Devetag 12, Dekany 21, Bezarevic 16, Lussana (L); Cardani, Mazzaro, De Stefani 1. N.e.: Rimoldi, Visintini, Montesi. All. Delmati - Keller.

LARDINI FILOTTRANO: Agrifoglio 3, Kiosi 16, Giuliodori 13, Cogliandro 16, Moneta 10, Coneo 13, Feliziani (L); Villani 4, Coppi, Rita. N.e.: Stincone, Cavestro. All. Pistola - Lionetti.

ARBITRI: Vecchione (Sa) e De Sensi (Cz).

PARZIALI: 20-25 (26’), 21-25 (26’), 25-22 (28’), 25-11 (21’), 13-15 (19’).

NOTE: Monza: battute sbagliate 8, battute vincenti 4, muri 14, ricezione positiva 53%, attacco 37%. Lardini: b.s. 11, b.v. 6, mu. 10, rice. pos. 55%, att. 34%.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2016 alle 23:51 sul giornale del 07 marzo 2016 - 1002 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auwL