Rugby: Seniores del Rugby Jesi non si ferma più, battuta anche Macerata

06/03/2016 - Il meteo di domenica non ha lasciato tregua ai giocatori della Seniores del Rugby Jesi, impegnati in un match delicatissimo in chiave promozione, contro la formazione di Macerata, seconda ma a pari punti.

Grandine al fischio d’inizio, che ha peggiorato le condizioni del campo, ma che non ha tolto nulla allo spettacolo a cui una tribuna piena ha potuto assistere per tutti i 90 minuti di gioco.

Seppur con qualche errore di troppo Jesi va subito in vantaggio: Albani concretizza la prima meta e Rea si incarica della realizzazione: è 7-0.

Sfortuna e palla pesante combinano un brutto scherzo a Rea, sullo scadere dei 45 minuti: perde palla a metà campo e regala la prima meta a Macerata. Il primo tempo termina in parità (7-7).

Riprende anche la pioggia nel secondo tempo e Macerata si fa pericolosa, con un paio di azioni e scambi in velocità. Va vicina alla seconda meta, avanzando prima in mischia poi allargandosi a sinistra. Brava Jesi a chiudere lo spazio.

Nel momento di maggior sofferenza, al 20' una punizione di Rea dai 20 metri, calciata alla perfezione, riporta in vantaggio Jesi (10-7) e carica tutta la squadra.

Inizia da lì, infatti, la reazione dei leoni, che primeggiano in mischia e sono più precisi nei passaggi. Albani sfonda due avversari e porta la palla oltre la linea. Peccato per il calcio di Rea, che stavolta prende la traiettoria del vento e finisce lontano dai pali: è 15-7.

Macerata soccombe, nonostante i cambi effettuati nell’ultimo squarcio di partita. Jesi decolla, un ottimo passaggio di Rea aggancia Velaj di scivolata per il definitivo 20-7 tra Rugby Jesi ’70 e Banca Macerata.

Jesi si gode il primato e stacca dalla seconda, portandosi a +4.

Il capitano Lorenzo Cappuccini, che ha assistito alla partita da bordo campo, commenta così la vittoria: “E’ iniziata subito bene, ma Macerata ha messo in campo sin dai primi minuti un gioco completo, dimostrandosi un’ottima squadra. Dopo un momento di stallo sul 7 pari, abbiamo ripreso le redini del gioco dalla punizione di Rea, che ci ha smosso mentalmente: abbiamo acquisito più sicurezza nelle azioni con ottimi passaggi alla mano. Una bella partita giocata a viso aperto, la maggior sicurezza nei nostri mezzi e il loro nervosismo hanno fatto girare il risultato a nostro favore. In bocca al lupo al giocatore di Macerata che si è infortunato in campo da tutta la squadra e dalla società”.

Domenica di vittoria anche per l’Under 14, che ad Ancona ha vinto sia contro la Fenice sia contro la formazione di casa.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2016 alle 23:09 sul giornale del 07 marzo 2016 - 1559 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, rugby

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auwJ