Interruzione di gravidanza, il coordinamento 194 manifesta l'8 marzo: 'Diritto negato'

Manifestazione del coordinamento 194 sull'igv a Jesi 08/03/2016 - A Jesi come in altre città d'Italia una politica non laica ha consentito l'erosione dei diritti garantiti dalla legge 194 /78 sull'interruzione volontaria di gravidanza.


La legge fu confermata dai cittadini con il referendum del 1981. Il coordinamento 194 di Jesi, nella giornata della festa della donna, denuncia attraverso la presenza di cittadine e cittadini avanti all'Ospedale (Carlo Urbani, ndr) e al Palazzo dei Convegni questa situazione di illegalità che nega alle donne di Jesi e della Vallesina il diritto di accedere al servizio in condizione di sicurezza nel rispetto di quanto previsto dalla legge.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2016 alle 16:15 sul giornale del 09 marzo 2016 - 1941 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auBq