Obiezione di coscienza, on. Lodolini (Pd) presenta interrogazione

Emanuele Lodolini 10/03/2016 - L'On. Emanuele Lodolini ha depositato lo scorso 10 febbraio 2016 un'interrogazione parlamentare rivolta al Ministero della Salute per sapere se sia a conoscenza della nuova sospensione del servizio di interruzione di gravidanza e quali iniziative intenda assumere, se del caso normative, al fine di garantire una piena applicazione delle disposizioni a tutela dei diritti delle donne.

Dopo i fatti dell'estate 2012, quando diversi media locali e nazionali riportarono la notizia che all'ospedale di Jesi (Ancona) gli allora 10 ginecologi della struttura risultassero essere tutti obiettori di coscienza e che, quindi, nel nosocomio marchigiano le donne non avrebbero potuto richiedere un'interruzione volontaria di gravidanza, oggi si apprende che temporaneamente sarà nuovamente sospeso il servizio di interruzione volontaria di gravidanza all'Ospedale Carlo Urbani di Jesi.

I ginecologi dell'ospedale sono tutti obiettori di coscienza e la soluzione della mobilità del personale da un altro ospedale non garantisce più tale servizio; a lanciare il nuovo allarme il Coordinamento per la legge n. 194 del 1978 (LEGGI QUI), composto dalle associazioni locali Udi, Casa delle donne, Casa delle culture, ARCI, ANPI, CGIL, Ambasciata dei diritti, Emergency, Libera, Sca — Tnt, Ya Basta, Centro Studi Libertari «L. Fabbri», SpaziOstello, Radio senza muri e La strada di Sergio.

Nel rispetto del diritto all'obiezione di coscienza, va comunque sempre assicurato il pieno ed efficiente espletamento da parte degli enti ospedalieri delle procedure e degli interventi di interruzione della gravidanza. L'interruzione volontaria della gravidanza è un preciso diritto riconosciuto dalla legge e come tale va garantito e tutelato.

La legge n. 194 del 1978 deve trovare piena attuazione nelle strutture sanitarie pubbliche e in quelle autorizzate della regione. Va richiamata, altresì, l'importanza di valorizzare i consultori familiari, nella loro funzione di informazione e prevenzione, in linea con quel diritto alla procreazione cosciente e responsabile garantito dalla stessa legge.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2016 alle 15:45 sul giornale del 11 marzo 2016 - 1522 letture

In questo articolo si parla di attualità, emanuele lodolini, roma, jesi, ancona, pd, lodolini, legge 194, interruzione di gravidanza, ospedale carlo urbani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auGX