Pallavolo: Lardini, altra prova di forza. Anche Caserta si arrende

13/03/2016 - Lucida, spettacolare, a tratti travolgente. Ma soprattutto vincente. La Lardini compie un altro importante passo nel cammino verso i playoff, superando in maniera perentoria (3-0) una diretta concorrente come la Kioto Caserta.

La formazione di Andrea Pistola mantiene sette punti di vantaggio sull’ottava e dimezza il divario dalla terza (Monza, ora a meno tre).

E’ una Lardini che gira a meraviglia, capace di mettere pressione alle ospiti fin dal servizio, efficace in attacco (47% complessivo) e solida nella correlazione muro-difesa. Villani la spinge in avvio: la schiacciatrice toscana (top-scorer con il 55% di efficacia) firma i primi tre punti di Filottrano (3-3), Coneo e Giuliodori l’accompagnano al time out tecnico con quattro lunghezze di vantaggio (12-8).

Agrifoglio ha buon gioco e mette le sue attaccanti in condizione di far male: Kiosi mette giù la palla del +7 (18-11), ma la Kioto è formazione di qualità e particolarmente efficace al servizio. Così il turno in battuta di Gabbiadini permette alle ospiti di riportarsi sotto (18-16), grazie anche al contributo in attacco di Percan, il muro di Cogliandro (20-17) fa ripartire la Lardini, che rilancia con gli attacchi di Villani e Kiosi (22-18). Ma è un altro giro in zona-uno a creare i presupposti per il ribaltone: Lotti infila i due aces del sorpasso Kioto (22-23), Moneta appena entrata interrompe il momento negativo. Finale palpitante: Percan sbaglia, Coneo mette a terra il punto del 25-23 dopo l’ennesima eccellente difesa di Feliziani.

L’1-0 è una spinta ulteriore per la Lardini che con Kiosi fa subito il vuoto (4-1), vantaggio che finisce per crescere (12-7) e che diventa ancor più corposo sul turno al servizio di Villani (con due aces) che mette in difficoltà la ricezione casertana (18-7, muro di Giuliodori). Filottrano è un fiume in piena e con Coneo (20-9) e Kiosi (25-14) arriva facilmente sul 2-0.

Coach Gagliardi mischia le carte, ma il match non cambia indirizzo, anche perché la Lardini non cala mai di intensità. Agrifoglio sa di poter disporre di parecchie frecce all’arco e il contributo in casa filottranese è totale (in cinque in doppia cifra). Coneo dà il la (3-1), Cogliandro scalda il braccio (6-2) e trova il campo anche dalla zona di battuta (9-4). La Kioto non trova la forza per reagire di fronte ad una Lardini che vola (16-7) sugli attacchi di Villani e Kiosi e chiude con il terzo muro personale di Giuliodori.

LARDINI FILOTTRANO – KIOTO CASERTA 3-0

LARDINI FILOTTRANO: Agrifoglio 1, Kiosi 11, Cogliandro 12, Giuliodori 10, Villani 14, Coneo 10, Feliziani (L); Moneta 1. N.e.: Barzetti, Stincone, Cavestro, Rita, Coppi. All. Pistola - Lionetti.

KIOTO CASERTA: De Lellis 1, Percan 7, Casillo 1, Facchinetti 2, Harelik 8, Lotti 9, Porzio (L); Gabbiadini 2, Barone (L2), Botarelli 1, Torchia 5. N.e.: Galazzo, Aquino, Paioletti. All. Gagliardi - Russo.

ARBITRI: Rolla (Pg) e Montanari (Ra).

PARZIALI: 25-23 (27’), 25-14 (23’), 25-15 (22’).

NOTE: Lardini, battute sbagliate 6, battute vincenti 6, muri 6, ricezione positiva 43%, attacco 47%. Caserta: b.s. 6, b.v. 3, mu. 1, rice. pos. 45%, att. 32%.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2016 alle 22:16 sul giornale del 14 marzo 2016 - 873 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, filottrano, Lardini Filottrano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auMA