Banca Marche, First/Cisl e Fisac/Cgil in commissione indagine: 'Nessuna memoria depositata'

Banca Marche 15/03/2016 - In data 2 marzo 2016 la Commissione di indagine della Regione Marche sulla vicenda Banca Marche ha convocato, in audizione, le Segreterie Regionali di Categoria accompagnate dalle Segreterie di Coordinamento Aziendali.


Diversamente da quanto apparso su alcuni organi di stampa, ci corre l'obbligo di precisare, che le scriventi OO.SS.LL. non hanno depositato alcuna memoria presso la Commissione stessa.
Riteniamo, infatti, che quanto esposto in quella sede, registrato e agli atti, abbia dato soddisfazione alle domande posteci; pensiamo che l'invio o la rimessa di ulteriore documentazione scritta sia ridondante e/o facilmente strumentalizzabile per "interessi altri" e non utile, quindi, all'interesse dei Lavoratori.

Quando si agisce in nome e per conto dei propri Iscritti/Lavoratori non bisogna associare tale azioni a compiti diversi da quelli di difesa e tutela dei Lavoratori stessi: questo è il principio e il fondamento della attività Sindacale.

Le scriventi OO.SS.LL. hanno da sempre chiesto la individuazione delle responsabilità passate e presenti di tale annosa vicenda; il passato va guardato tutto e ribadiamo tutto, senza limiti temporali nella ricostruzione dei fatti. Il tempo corre velocemente: pertanto chiediamo, una volta di più, che la Politica Regionale, oltre alla commissione di indagine, si attivi al nostro fianco affinché Nuova Banca Marche, i suoi Lavoratori, la sua Clientela e il Territorio tutto abbiano un futuro degno di questo nome.

Lettera firmata dalle Segreterie Regionali Marche First/Cisl e Fisac/Cgil e delle Segreterie Aziendali First/Cisl e Fisac/Cgil Nuova Banca Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2016 alle 22:14 sul giornale del 16 marzo 2016 - 1064 letture

In questo articolo si parla di attualità, banca delle marche, banca marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auSg