Il sindaco Bacci: 'Contro ogni forma di violenza e intolleranza, sempre'

Massimo Bacci 14/03/2016 - Tra i vantaggi di essere Sindaco di una coalizione di Liste Civiche vi è quella di non essere schiavo di alcuna ideologia, ma di poter agire in assoluta libertà, rispondendo solo alla propria coscienza ed ai bisogni della Comunità.

E così ho sorriso quando mi hanno definito “un uomo di sinistra” per aver realizzato un nuovo centro per diversamente abili, dopo che queste persone meno fortunate sono state costrette per oltre un decennio a vivere in una struttura dove pioveva dentro e con bagni inaccessibili, malgrado le promesse di chi di sinistra si vantava di essere. Oppure quando abbiamo deciso, tra i pochissimi Comuni d'Italia, di aprire la Casa delle Genti per senza fissa dimora così da dare un tetto e una parola di conforto ai soggetti più emarginati della società.

Allo stesso modo sorriderò se mi definiranno “un uomo di destra” oggi che esprimo la mia ferma condanna alle violenze verbali ed al lancio di oggetti contro esponenti della Lega Nord che hanno organizzato a Jesi una manifestazione - regolarmente autorizzata dalla Questura e legittimamente garantita dalla Costituzione - per chiedere certezza della pena a chi va a rubare dentro le abitazioni e per esprimere la propria contrarietà a generici provvedimenti “svuota carceri”, temi che per altro mi sembrano pure condivisibili.

Si può dissentire da qualsiasi opinione, ma impedire in maniera violenta la libertà di pensiero, anche quando non lo si condivide per niente, ci riporta ai tempi più bui del nostro passato che non vorremmo più rivivere. Jesi è una roccaforte della democrazia, della solidarietà, della tolleranza. E - spiacente per i violenti da qualunque parte ideologica provengano - almeno fin quando sarò io il Sindaco, questa città non sarà mai disposta ad alcun compromesso che metta in discussione i propri valori conquistati nel tempo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2016 alle 23:15 sul giornale del 16 marzo 2016 - 1635 letture

In questo articolo si parla di attualità, Massimo Bacci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auPH


marinella cimarelli

16 marzo, 10:59
Bravo Sindaco nostro,
è così che bisogna parlare e comportarsi.
A me personalmente le ronde ad esempio, danno tanta tranquillità, fortunati se le abbiamo!
Ce ne fosse sempre di gente volonterosa che si sacrifica di notte ad andare in giro per garantirci maggiore sicurezza, non capisco chi si oppone.
Forse per ragioni ideologico-politiche?
Ma la sicurezza non è interesse di tutti?
Possibile che ci si debba scontrare anche in una piccola cittadina come la nostra per questi motivi?
Mah...lo trovo incomprensibile!!!