Calcio: la Biagio vince e agguanta il quinto posto

20/03/2016 - Tutto è bene quel che finisce bene. Arriviamo alla pausa ancora in piena corsa play off, in quinta posizione ma con un distacco tale da permetterne la disputa.

Il Corridonia saluta il proscenio dell´Eccellenza in assoluta dignità: ci è voluta una prodezza di Leonardo Rossini quasi sul filo di lana per venire a capo di una partita che diventava sempre più difficile col passare dei minuti.

Dopo un buon primo tempo, in cui gli avversari sono rimasti defilati e in cui abbiamo avuto il torto di non realizzare, la ripresa è stata arruffata e tutt'altro che lucida. In almeno tre occasioni, di rimessa, il Corridonia avrebbe potuto colpirci, poi ci ha pensato Rossini a restituirci quei due punti banalmente persi a Porto d'Ascoli.

La gara, peraltro, inizia subito in salita per i rossoblù: Cavaliere accusa un colpo ed esce dopo poco più di un quarto d´ora.

Le occasioni per passare non mancano alla truppa di Malavenda, che sfiora il vantaggio dapprima con Diego Rossini al 16´ (Falso sventa in angolo il suo colpo di testa) e successivamente con Domenichetti al 18´, ben servito da Diego Rossini ma tradito da un rimbalzo fasullo di un terreno di gioco ancora una volta non in buone condizioni.

Al 25´ classico "flipper" in area rossoverde, con nessuno degli avanti rossoblù pronto a spingere dentro. Il tempo si chiude con una infruttuosa giocata aerea di D´Errico al 36´ e con una progressione impierosa di Diego Rossini al 39´, che nessuno dei compagni finalizza.

Nella ripresa sembra che il gol possa arrivare, ma con il passare dei minuti i rossoblù si innervosiscono e sfruttano poco linee esterne e tagli in verticale. Il Corridonia esce dal guscio, si dispone bene in campo, controlla e prova ad azzannare di rimessa. Maccioni tenta di beffare Lombardi al 22´, poi lo stesso centrocampista (25´) e Perrella (38´) sprecano altrettante ripartenze coi fiocchi. In mezzo, una conclusione di Leonardo Rossini deviata in angolo da Falso (31´) e una nuova parata dell´estremo rossoverde su Megozi (32´). Malavenda getta nella mischia anche Pieralisi e fa riaccomodare Domenichetti nella sua solita corsia, dopo averlo schierato centrale.

Il gol, atteso come una liberazione, arriva al 40´: serve una prodezza del singolo e Leonardo Rossini estrae il numero a effetto: "sombrero" e botta secca di prima intenzione prima che il pallone tocchi terra. Lo stesso fantasista potrebbe raddoppiare al 46´, ma il suo diagonale risulta leggermente impreciso.

Il Corridonia esce a testa altissima tra gli applausi: alla società rossoverde auguriamo un pronto ritorno nel massimo campionato regionale, anche se a livello societario le cose non sembrano proprio ottimali e lo stesso mister "Furia" Ribichini non ha lesinato frecciatine a fine gara agli "Schettino" di turno, rei di avere abbandonato anzitempo la nave in avaria.

Per noi la Pasqua sarà serena. Prossimo appuntamento domenica 3 aprile al Comunale di Urbania. In attesa, tanti auguri a tutti!

BIAGIO NAZZARO 1 - CORRIDONIA 0

BIAGIO NAZZARO: Lombardi, Santoni, Candolfi (57´ Pieralisi), Fenucci, Giovagnoli, Giampieri, Rossini D., Rossini L., Cavaliere (17´ Negozi), D´Errico (79´ Cecchetti), Domenichetti. A disposizione: Cecchini, Carloni, Gatti, Carboni. All. Malavenda

CORRIDONIA: Falso, Santini (14´ Corpetti, 50´ Marinsalda), Zancocchia, Manucci, Tentella, Benfatto, Maccioni (72´ Ribichini M.), Bonifazi, Boccolini, Proesmans, Perrella. A disposizione: Carducci, Andreozzi D., Andreozzi R., Filacaro. All. Ribichini A.

RETE: 85´ Rossini L.

ARBITRO: Castelli di Ascoli Piceno

Note: ammoniti Perrella al 26´, Giovagnoli al 65´, Giampieri al 66´, Manucci al 69´, Domenichetti al 75´, Proesmans al 78´, Rossini L. all´86´. Calcio d´angolo: 11-2. Spettatori 250 circa






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2016 alle 18:59 sul giornale del 21 marzo 2016 - 720 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, sport, calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/au31