Jesi in rima: una poesia per la Pasqua

Pasqua 25/03/2016 - Appuntamento pasquale con la rubrica Jesi in rima: la nuova poesia di Marinella Cimarelli "Campane a festa". Auguri a tutti i lettori!




Campane a Festa,

profumo di libertà,

nei giardini fioriti,

Pasqua è già qua!

Quello che resta

in tale beltà

son gli occhi stupiti

di una realtà

che vede la voglia

di vivere intensa,

la Resurrezione

dell'uomo mortale,

ora stai sulla soglia

poi siedi alla mensa

e compi l'azione

spezzando quel pane

che Gesù ci diede,

donandosi a noi,

nell'atto supremo

e nel sacrificio,

fu l'atto di fede

per i figli suoi

il gesto estremo

l'ultimo auspicio,

perchè nel mondo

regnasse la pace

l'odio e la guerra

avessero fine,

l'amore profondo

purtroppo giace

in una terra

senza confine!

Ama i tuoi figli,

perdona l'errore,

apri le braccia,

accogli nel grembo,

fa che si risvegli

da tanto dolore

quel fiore che sboccia

dal tuo Sacro lembo.






Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2016 alle 15:12 sul giornale del 26 marzo 2016 - 1141 letture

In questo articolo si parla di cultura, pasqua, poesie, articolo, jesi in rima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ave3

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima