Quantcast

Commissione indagine Banca Marche regionale in riunione congiunta con l’organismo di studio comunale

Riunione congiunta commissione Banca Marche regionale e del comune di Jesi 2' di lettura 05/04/2016 - Nuovo incontro per la Commissione regionale d’indagine su Banca Marche, presieduta da Mirco Carloni. Il dissesto finanziario dell’istituto di credito marchigiano è stato al centro di un confronto a tutto campo con la Commissione di studio istituita, lo scorso mese di dicembre, dal Comune di Jesi e guidata da Daniele Massaccesi.



In particolare sono stati presi in esame i risultati delle diverse audizioni che i due organismi hanno concretizzato nelle scorse settimane per avere un quadro dettagliato della situazione e verificare le ripercussioni dello stesso dissesto sul territorio marchigiano. Presenti all’incontro i membri della Commissione Gianluca Busilacchi (Vicepresidente), Luca Marconi, Jessica Marcozzi e Boris Rapa ed anche il consigliere Enzo Giancarli. Per quella del Comune di Jesi, oltre al Presidente, i commissari Cesare Santinelli, Massimo Gianangeli, Daniele Olivi, Maria Chiara Grofoli, Giorgio Rossetti e Giancarlo Catani.

La stessa Commissione regionale ha già incontrato il responsabile della vigilanza Consob, Filippo Macaluso; il presidente della Fondazione Carifano, Fabio Tombari; il Commissario liquidatore, Bruno Inzitari; l’ex direttore generale e neo amministratore delegato di Nuova Banca Marche, Luciano Goffi; l’ex presidente dell’istituto di credito (2009 – 2012) Michele Ambrosini; le rappresentanze sindacali e dei consumatori.

In totale sette incontri che hanno fornito la possibilità di un sostanzioso approfondimento. Istituita a febbraio, la Commissione è chiamata a chiudere i lavori entro tre mesi. “Per il 12 aprile – sottolinea il Presidente Carloni – è convocato l’ultimo incontro che riveste una grande importanza. Avremo la possibilità di ascoltare, infatti, i rappresentanti della sezione di vigilanza della Banca d’Italia, a cui abbiamo già sottoposto quesiti fondamentali per il nostro lavoro. Per la fine di maggio, e quindi nei tempi stabiliti, la Commissione sarà in grado di fornire un quadro dettagliato della situazione e di produrre una relazione che ricostruisca il profilo storico-politico di quanto avvenuto”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2016 alle 23:10 sul giornale del 06 aprile 2016 - 911 letture

In questo articolo si parla di economia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/avze





logoEV