Quantcast

Arco Clementino, Binci (Pd): 'Degrado e calcinacci, lavori pubblici a bassa qualità dell'amministrazione Bacci'

Arco Clementino 1' di lettura 14/04/2016 - Che la Soprintendenza avesse intimato al Comune di Jesi di liberare la base sinistra dell'Arco Clementino è cosa nota. Certo è che non aveva chiesto di lasciarlo in questo stato, in mezzo a residui di cantiere ed erbacce.

Dopo aver realizzato due zampe di cemento all'Arco più importante della città, questa Amministrazione Comunale, l'anno scorso, fu fermata dalla Soprintendenza, in quanto “...si rilevava un'alterazione della base del piedritto di sinistra dell'Arco Clementino...”, autorizzando la ripresa dei lavori solo con il ripristino della leggibilità dell'intera base originaria.

Il Comune ha quindi realizzato uno scasso intorno al piede sinistro dell'Arco.

Purtroppo è passato più di un anno ed alla base dell'Arco più importante della città ci sono ancora calcinacci ed erbacce in pieno centro storico, dopo ormai un anno dalla fine dei lavori!

Per come vanno i lavori pubblici in città, non ci si dovrebbe meravigliare più di tanto: se guardiamo alle asfaltature del parcheggio Zannoni, all'ascensore di Via Castelfidardo, alle stesse piste ciclabili “murate” nel centro storico ed in Via Grecia, potremmo dire… siamo nella media.

Un maggior decoro e rispetto penso sia il minimo che si dovrebbe avere, per un monumento così importante per la città di Jesi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2016 alle 23:45 sul giornale del 15 aprile 2016 - 809 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, partito democratico, circolo 3 pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/avUf





logoEV
logoEV