x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Croce Rossa rinnova le cariche: il dott. Bravi è il nuovo presidente

2' di lettura
1481
da Croce Rossa Jesi

Francesco Bravi e il nuovo consiglio della croce rossa jesi

È ufficiale. Croce Rossa Italiana di Jesi ha un Presidente e un Consiglio Direttivo.


Con Provvedimento n. 41, il Presidente nazionale, Avv. Francesco Rocca, ha ratificato l’esito delle votazioni del 28 febbraio. È stato rieletto il Dott. Francesco Bravi, alla guida di un Consiglio in cui Cristiano Giaccaglia è Vice Presidente e Consigliere.

Altri Consiglieri sono Fiorino Frontalini e Carla Anderlucci. Daniele Duca è Consigliere Giovane, in rappresentanza dell’Area 5, la compagine dei giovani Volontari che rappresentano il futuro di Croce Rossa.

Il Programma elettorale del nuovo Presidente, “sCRIviamo il futuro” è incentrato sull’attività di una buona, sana ed equilibrata governance del Comitato locale, in particolare dando «spazio ai Giovani e al loro proverbiale istinto all’entusiasmo e alla positività, alla determinazione con la quale perseguono obiettivi di bellezza e all’impegno con cui decidono di migliorare il destino dell’umanità».

Non manca, tuttavia, la decisa volontà di «formazione e arruolamento sistematici di nuovi Volontari», quasi presagendo le linee guida del FESTIVAL ITALIANO DEL VOLONTARIATO 2016, “Abitare le città invisibili”, a Lucca dal 14 al 17 scorsi, che puntano sulle “risorse positive che sono nelle nostre città”.

La sfida che il Dottor Bravi ha dinanzi è ardua, perché – sia come bonus pater familias sia con saggezza imprenditoriale – egli è chiamato a fare fronte non solo alla difficile situazione congiunturale ma a gestire la privatizzazione di Croce Rossa Italiana, completata il 29 dicembre scorso con la firma del Presidente nazionale. Una svolta storica. I singoli Comitati, com’è, appunto, quello jesino, hanno da oggi indipendenza pa-trimoniale e pieno respiro alla base democratica associativa. I Giovani, sui quali il Presidente Bravi sCRIve il futuro del Comitato cittadino e di Croce Rossa in generale, avranno il diritto ad autodeterminare le politiche giovanili dell’Associazione, giacché, in termini concreti e come già detto, essi hanno un posto dedicato all’interno di ogni Consiglio Direttivo.

Al Presidente e al Consiglio di Croce Rossa Italiana della nostra Città vanno gli auguri della Cittadi-nanza, dell’Amministrazione comunale, di tutte le Associazioni pubbliche e private locali e, in particolare, di S.E. il Vescovo Gerardo Rocconi che tanto ha a cuore il Volontariato come espressione di dono di sé e di accoglienza concreta dell’emarginazione.



Francesco Bravi e il nuovo consiglio della croce rossa jesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2016 alle 17:32 sul giornale del 22 aprile 2016 - 1481 letture