Basket: una bella Betulline conquista gara 1

02/05/2016 - Il cambio di panchina e i due recenti innesti di Corbett e Sorokas, hanno cambiato la Betulline tornata alla vittoria, all’Ubi Bpa Sport Center, proprio nella partita che più contava, gara1 di play-out.

La svolta c’è stata, la squadra di Cagnazzo ha condotto il match per quasi tutti i quaranta minuti, dimostrando tanta energia e voglia di vincere, conquistando quello che era l’obiettivo primario di Cagnazzo trasformare il negativo in positivo. E così è stato, la Betulline ha frastornato l’avversaria, una squadra, che pure aveva concluso la stagione regolare con tre vittorie consecutive, testimoniando una buona condizione.

L’assenza dell’infortunato Iannuzzi, ha dato un vantaggio in più, che la squadra di casa ha sfruttato molto bene, diventando padrona sotto i canestri, alla fine sono stati bel 48 i rimbalzi catturati, un autentico record. Sacrificato Hunter, difficilmente proponibile per le precarie condizioni fisiche del momento, coach Cagnazzo ha trovato un degno sostituto in Sorokas, che ha caratteristiche completamente differenti, ma ha giocato quaranta minuti di sostanza, sbucciandosi gomiti e ginocchia, per la sua nuova squadra.

Vittoria da dividere equamente tra tutti, quella della Betulline, perché tutti gli otto giocatori utilizzati, hanno giocato con le stessa energia, poi, certo, spicca la prova, da lustrarsi gli occhi, di Corbett, spiccano le tre triple di Gueye, che ha colpito l’avversaria, quando stava riconquistando fiducia nei propri mezzi e, perché no, i 16 rimbalzi di Maganza.

Martedì 3 è già tempo di gara 2: Jesi ha conquistato il primo punto, sarà fondamentale andare sul 2-0, trasferendo tutta la pressione sull’avversaria, certo è che come sempre vincerà non solo chi avrà più forza fisica, ma anche maggiore forza mentale.

Le dichiarazioni di Cagnazzo nel dopo partita: “Ringrazio la squadra per l’impegno, l’energia e la determinazione che hanno messo in campo; se ricordate, avevo promesso che avrei lavorato per trasformare il positivo in negativo e stasera credo che questa cosa si sia vista. Grazie al pubblico, che stasera è stato davvero spettacolare, probabilmente loro hanno trascinato noi e noi abbiamo trascinato loro e quando si verifica una cosa come questa, è davvero bello stare in mezzo al campo. Vorrei sottolineare due aspetti, innanzitutto i rimbalzi: ci eravamo dati come obiettivo conquistarne tanti e in questo tutti i giocatori hanno fatto un importante passo in avanti. Poi mi piace sottolineare quello che abbiamo fatto in difesa, specialmente nei momenti di difficoltà: con questo tipo di difesa, sicuramente possiamo permetterci anche qualche errore in attacco, come può accadere quando si tiene il ritmo alto. Questa energia vale molto più di una palla persa o di un tiro sbagliato”.

BETULLINE JESI-PAFFONI OMEGNA 80-74 21-19; 20-11; 18-20; 21-24

Betulline Jesi: Battisti 6, Corbett 26, Paci 4, Santiangeli 14, Scali ne, Maganza 7, Moretti ne, Schiavoni ne, Picarelli 2, Ciampaglia ne, Gueye 9, Sorokas 12. All.: Cagnazzo.

Paffoni Omegna: Zanelli 15, Marusic 6, Casella 14, Smith 9, Galloway 15, Iannuzzi ne, Vildera ne, Cappelletti 3, Galmarini 2, Banach ne, Gurini 10. All.: Faina.

Arbitri: Ciaglia, Di Toro, Toti Spettatori: 1.574








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2016 alle 03:38 sul giornale del 02 maggio 2016 - 1460 letture

In questo articolo si parla di sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awso