Quantcast

Maiolati: Comitato Diritti Civici, 'La battaglia contro il business dei rifiuti speciali continua'

Discarica di Moie 3' di lettura 03/05/2016 - Il Comitato Diritti Civici, nonostante il divieto del Sindaco di Rosora, ha tenuto a Mergo l’assemblea precedentemente prevista ad Angeli di Rosora.

Ci dispiace per il suddetto Sindaco, ma ha preso un grosso abbaglio. Come possono testimoniare le numerose persone presenti si è parlato solo ed esclusivamente di gestione di rifiuti, politiche ambientali e sanitarie e naturalmente dell’esito della battaglia per la chiusura definitiva della discarica “La Cornacchia” di Moie.

Sulla questione dell’ incorporazione di Rosora nel comune di Maiolati noi non possiamo e non vogliamo entrare, per cui è veramente risibile le argomentazioni del Sindaco Marchetti, secondo il quale noi avremmo dovuto fare l’assemblea insieme al Comitato per il no. Evidentemente il Sindaco ha la coda di paglia e il solo toccare il tema della discarica equivale a schierarsi per il no all’incorporazione. Senza parole, poi, lascia l’atteggiamento di chi dovrebbe tutelare il libero esercizio della dialettica democratica e invece impone la censura.

La battaglia contro il business dei rifiuti speciali continua. Tre giorni prima della conferenza dei servizi che ha segnato la vittoria dei cittadini, che non vogliono l’ampliamento della discarica, con delibera di giunta n. 34 del 14 marzo 2016 Maiolati ha inoltrato alla provincia una richiesta alla provincia di modificare aumentando il volume di rifiuti previsto per l’attuale discarica e di utilizzare sistemi di copertura diversi da quelli previsti in origine. In pratica non potendo ampliare in orizzontale, tentano di ampliare la capacità di abbancamento dell’attuale discarica in verticale. In questo modo la quantità di rifiuti interrati aumenterebbe rispetto al progetto originario e la chiusura dell’impianto prevista per il 2017 si allontanerebbe.

Non vorremmo che quello che siamo riusciti a far uscire dalla porta, rientri dalla finestra. La facilità con cui la provincia nel 2013 ha concesso il cambio della destinazione d’uso della vasca degli RSU con i rifiuti speciali non promette nulla di buono, per questo vogliamo vederci chiaro. Come vogliamo capire se e in che termini il Comune di Maiolati ha fatto ricorso contro la decisione della Provincia spendendo ulteriori soldi pubblici, dopo gli oltre centomila euro spesi per un progetto morto già in partenza perché non conforme alla legge.

Il Comitato ribadisce la richiesta di una valutazione di impatto sanitario della discarica “La Cornacchia” di Moie visto che in trent’anni non è mai stata fatta, nonché l’avvio di una politica di prevenzione sanitaria tramite indagini epidemiologiche estesa a tutti i comuni della media Vallesina per comprendere il reale stato di salute della popolazione e individuare eventuali criticità. In questo senso il sindaco di Mergo si è impegnato a perorare questa causa presso gli enti preposti alla prevenzione e alla cura della salute dei cittadini.

La discussione serena che si è svolta successivamente con l’intervento dei presenti, smentisce ancora una volta il sindaco Marchetti che ha perso una buona occasione per ascoltare i cittadini e dimostrare il suo spirito democratico in tutte le questioni, anche le più spinose. Cittadini, non sudditi.


da Comitato difesa diritti civici, legalità e beni comuni





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2016 alle 00:26 sul giornale del 03 maggio 2016 - 893 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/awu5





logoEV
logoEV