Unione Monte Roberto e Castelbellino: Monte Roberto Cambia 'Ecco perché abbiamo disertato il voto della presidenza'

Monte Roberto Cambia 4' di lettura 17/05/2016 - Il giorno 11 maggio alle ore 21,00 presso la sala consiliare del Comune di Castelbellino si è insediata l'Unione dei Comuni di Castelbellino Monte Roberto. Come noto le due amministrazioni hanno deciso di uscire dalla Unione della Media Vallesina nel giugno del 2015.

Le minoranze di Monte Roberto si erano opposte a questa decisione, pur con differenti motivazioni. Monte Roberto Cambia, in particolare, aveva ritenuto prematura l'uscita dalla Media Vallesina in quanto avrebbe portato ad una crisi della stessa Unione.

Coerenti con il proprio programma elettorale che prevedeva ipotesi di fusioni nel territorio, abbiamo criticato la scelta della nostra maggioranza, in quanto nello statuto della nuova Unione, la parola fusione non è presente, francamente ci chiediamo se una Unione può partire senza un progetto più ambizioso.

Critichiamo inoltre il fatto che una fusione con 2 Comuni potrebbe in futuro aprire a scenari di ingovernabilità. Non ultimo il fatto che alle minoranze è stata negata ogni forma di collaborazione, a partire dalla stesura dello Statuto, documento che dovrebbe appartenere a tutti, essendo il documento costituente.

Queste le ragioni che ci hanno spinto a disertare il voto della Presidenza.

Segue l'intervento della Lista Monte Roberto Cambia in occasione dell’insediamento dell’Unione dei Comuni di Castelbellino e monte Roberto

Sig. Sindaco di Castelbellino, sig. Sindaco di Monte Roberto, sig. Segretario, La lista Monte Roberto Cambia in occasione dell’insediamento della nuova Unione tra i Comuni di Castelbellino e Monte Roberto, ha deciso di lasciare il seguente comunicato prima di lasciare la Sala Consigliare e non partecipare alla elezione del Presidente dell’Unione. “ Dobbiamo con rammarico constatare quale considerazione le maggioranze della costituente Unione hanno delle minoranze e quale ruolo hanno avuto fino ad oggi. Portiamo come ultimo esempio la lettera di invito che i Sindaci di Maiolati Spontini e di Rosora hanno spedito il giorno 3 Maggio, a tutti i Comuni della Media Vallesina, a partecipare ad un incontro nel quale discutere il futuro dei nostri territori e la possibilità di valutare eventuali fusioni tra Comuni. La lettera era indirizzata a tutti i Sindaci e ai Consiglieri Comunali e gli scriventi chiedevano espressamente di inoltrarla anche ai Consiglieri delle minoranze, qualora fosse stato da voi ritenuto opportuno. L'incontro è fissato per questa sera alle 21,00 e fu organizzato e comunicato con il preavviso di 8 giorni. Il 5 Maggio, quindi a conoscenza dell’invito, anzichè inoltrare copia dell'invito ai Consiglieri, avete convocato questo Consiglio lo stesso giorno e alla stessa ora e sembra che alla lettera non sia seguita nessuna risposta nel merito. Ci domandiamo, non c'era altra data idonea? Prendiamo atto che non avete ritenuto interessante partecipare alla riunione dei Sindaci di Maiolati e Rosora, in quanto la vostra posizione è ormai nota ma riteniamo grave che non ritenuto importante informare le minoranze. Opposizioni che a Monte Roberto rappresentano il 58% dei cittadini che sono andati a votare. Già quei cittadini che avete consultato prima di prendere la strada di questa Unione, cittadini che speriamo possiate, possiamo incontrare in pubbliche assemblee, per spiegare le ragioni e le opportunità di questa scelta. Una Unione che nasce già zoppa, con un Consiglio comunale non equamente rappresentato, non trasparente, per mancanza del sito istituzionale, non partecipato perché carente di comunicazione verso i cittadini, cittadini che non sanno quali, come e quando saranno modificati i servizi erogati, cittadini che si pongono troppe ed importanti domande; perché tutto questo? perché questa fretta? c'erano altre strade da percorrere anche insieme agli altri comuni limitrofi? perché perseguire questo isolamento,? altre le domande che giungono agli orecchi a cui non troviamo risposta. C'è necessità di pubblico confronto sulla decisione di dar vita a questa mini Unione che è molto fragile sotto l'aspetto politico, con il serio rischio di durata nel tempo, ma che di certo allunga il processo decisionale e che aumenta i costi gestionali. Il risultato che sembra emergere da questa politica è quello di aver buttato alle ortiche anni di collaborazione tra Amministrazioni della Vallesina, anche di colori politici diversi.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2016 alle 22:07 sul giornale del 18 maggio 2016 - 1518 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte roberto, monte roberto cambia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aw30