Poggio San Marcello: Mons. Georg Gänswein, segretario di Papa Francesco, in visita

22/05/2016 - Grazie all’iniziativa promossa dalll’Accademia dei Marchigiani dell’Anno in Italia e nel Mondo presieduta da Mario Civerchia in collaborazione con i Sindaci di Genga Giuseppe Medardoni e di Poggio San Marcello Tiziano Consoli Mons. Georg Gänswein, segretario particolare del Papa emerito Benedetto XVI e prefetto della Casa Pontificia, è venuto nelle Marche per salutare le comunità di Genga e Poggio San Marcello rispettivamente sabato 7 e domenica 8 maggio.

A Genga ha potuto apprezzare il caloroso benvenuto cittadino e delle autorità locali militari, civili e religiose, l’incantevole natura avvolgente il piccolo paese gioiello delle Marche insieme alle Meravigliose Grotte di Frasassi che hanno lasciato senza parole il Prefetto.

Domenica, nella giornata conclusiva della Festa della Madonna del Soccorso, ha ricevuto il saluto e l’omaggio dell’intera comunità di Poggio San Marcello. Durante il ricevimento in municipio alle ore 10, il sindaco ha consegnato a mons. Georg le chiavi della città, il più grande segno di amicizia.

Presenti anche il sindaco dei ragazzi, Marco Venanzi, autorità civili, militari e religiose marchigiane, sindaci di diversi comuni della Vallesina, rappresentanti delle tre università di Camerino, Ancona e Urbino e dell’AMCI, il dirigente dell’Istituto Comprensivo “Carlo Urbani”, Nicola Brunetti, alunni e insegnanti della scuola primaria di Poggio San Marcello, il sindaco di Urbisaglia, Paolo Francesco Giubileo, dove padre Georg è arcivescovo.

Alle 11.15 mons. Gänswein ha presieduto la solenne celebrazione eucaristica, con il parroco don Mariano Piccotti e l’assistenza del diacono Antonio Quaranta. "C’è profumo di festa qui oggi. Questa piccola realtà è una cellula sana della nostra società, un seme sano che si espanderà e porterà frutti sani. Coltiviamo questo dono, affinché non rimanga chiuso in se stesso, ma sia per tutti".

"Essere qui e ascoltare la Parola di Dio vuol dire aprire il nostro cuore – ha detto ai tantissimi fedeli presenti . – Abbiamo un Padre Misericordioso che ci dà forza ogni giorno». A seguito la Sua benedizione dell’antica chiesa di San Marcello, costruita intorno al 1200 e prima chiesa parrocchiale del paese. Finalmente con l’inizio dei lavoro di restauro potrà riaprire la prima chiesa parrocchiale.

Grazie allo scrupoloso e attento lavoro dei Sindaci e alla proficua collaborazione con l’Accademia dei Marchigiani dell’Anno, due realtà differenti con una diversa tradizione storica e geografica appartenenti alla Diocesi di Fabriano, Genga ed alla Diocesi di Jesi, Poggio San Marcello, le Marche hanno dato un forte segnale di Unità, Identità e Solidarietà specialmente di fronte alla Crisi del Mondo non solo Economica ma anche di Valori.

Il Presidente dell’Accademia si augura che questa collaborazione geopolitica tra diversi comuni e realtà territoriali possa proseguire con successo per rappresentare degnamente e con forza le bellezze storiche e paesaggistiche delle nostre terre augurando ai Comuni di Genga e Poggio San Marcello di raggiungere presto l’ambito traguardo di Patrimoni dell’UNESCO e GEOPARCO EUROPEO.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2016 alle 11:57 sul giornale del 23 maggio 2016 - 1637 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axcB