Lite coi genitori e fuga armato di fucile, 30enne 'calmato' dai carabinieri

Carabinieri 24/05/2016 -

Lunedì sera, dopo cena, è scoppiato il caos in un'abitazione dove vive un giovane di 30 anni di Jesi, con problemi psichici, assieme alla famiglia.

Il ragazzo ha improvvisamente spinto i genitori all'interno di una stanza e li ha chiusi a chiave. Ma aveva furtivamente sottratto al padre un moschettone di chiavi che teneva con sé; tra queste anche la chiave che apre la serratura di un armadio porta armi.

Il ragazzo, una volta senza custodia, ha preso un fucile ed è scappato di casa perdendosi verso la campagna.

I genitori chiusi nella stanza sono riusciti a chiedere aiuto e i carabinieri di Jesi sono prontamente intervenuti per liberarli. Si sono messi subito sulla tracce del giovane. Una volta trovato, solo un lungo ed efficace dialogo ha ceduto, consegnando il fucile agli uomini dell'Arma.

Il ragazzo è stato poi ricoverato all'ospedale Urbani di Jesi.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 24-05-2016 alle 10:04 sul giornale del 25 maggio 2016 - 2976 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fuga, giovane, articolo, Fuce

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axgo