Quantcast

Chiaravalle: una petizione per ristrutturare il monastero

abbazia di chiaravalle 1' di lettura 26/05/2016 - Giovanni Spinsanti, consigliere comunale di Siamo Chiaravalle, promuove una petizione per il recupero dell’antico monastero cistercense.

“Invitiamo tutti i cittadini ad inviare all’indirizzo bellezza@governo.it il sostegno al progetto del recupero del chiostro abbaziale e del complesso cistercense che è stato ideato e presentato già da tempo ed invitiamo l’amministrazione comunale a sostenere questa iniziativa visto che le mail devono essere inviate entro il 30 maggio per poter usufruire di parte del finanziamento di 150 milioni di euro che il governo ha riservato per il recupero di monumenti pubblici di particolare valore segnalati dai cittadini”.

Le abbazie cistercensi nelle Marche sono solo due: quella di Chiaravalle e quella di Abbadia di Fiastra vicino ad Urbisaglia.

Attualmente a Chiaravalle è utilizzabile solo il chiostro mentre il resto del monastero è praticamente in disfacimento. “Proponiamo di recuperare e ristrutturare questo magnifico complesso monastico – dice Spinsanti - in particolare della Sala dei Coversi e della Sala dei Monaci, adibendole ad un museo con annessa biblioteca cistercense ed ospitando la Fondazione Montessori e un museo delle sigaraie e del tabacco. Il comune di Chiaravalle ha concesso il diritto di superficie su una parte importante del monastero, l’antico dispensarium. Con le erogazioni regionali, però, è possibile ristrutturare solamente l’ultimo piano, dedicandolo ad un centro culturale per bambini e adolescenti, mentre non sono stati reperiti i fondi per recuperare la restante parte del dispensarium da adibire all’accoglienza delle fasce più deboli della comunità”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2016 alle 15:41 sul giornale del 27 maggio 2016 - 1087 letture

In questo articolo si parla di attualità, gianluca fenucci, abbazia di chiaravalle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axnA





logoEV
logoEV