Chiaravalle: bloccato alla fermata del bus sorvegliato speciale nigeriano

Carabinieri 27/05/2016 - Il controllo capillare del territorio rappresenta uno dei principali meccanismi per contrastare fenomeni di illegalità di diffusa. Proprio in quest’ottica tutte le articolazioni della Compagnia Carabinieri di Jesi stanno portando avanti un progetto di controllo del territorio quanto più vicino alle aspettative della gente.


Ed ecco che vengono controllati sempre più insistentemente luoghi di aggregazione frequentati da soggetti sospetti.

Giovedì mattina, i Carabinieri della Stazione di Chiaravalle, agli ordini del Vice comandante della Stazione, Maresciallo Antonio Ombra, nel corso di un normale controllo ai passeggeri di un autobus di linea, hanno sottoposto a controllo un cittadino nigeriano, che alla vista dei militari ha cercato subito di scappare.

Immediatamente bloccato dalla pattuglia e verificate le sue generalità alla Banca Dati, è stato identificato come Sorvegliato Speciale di PS con obbligo di soggiorno nel comune di Staffolo.
Portato in caserma per ulteriori accertamenti, l’extracomunitario è stato arrestato per violazione alla Sorveglianza Speciale e condotto presso la sua abitazione agli arresti domiciliari, come disposto dal PM di turno in attesa della direttissima, fissata per venerdì mattina.
Il Giudice, in sede di convalida, ha disposto la misura cautelare del carcere, considerata la possibilità di reiterazione del reato.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2016 alle 16:56 sul giornale del 28 maggio 2016 - 1625 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chiaravalle, carabinieri, jesi, sorvegliato speciale, nigeriano, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axrq