Tutte le Stelle della Champions: Atletico in ginocchio, la lotteria dei rigori regala l'UNDICESIMA al Real

3' di lettura 29/05/2016 - Il Real Madrid castiga ancora l'Atletico in finale come era già successo due anni fa. Zidane dopo appena cinque mesi sulla panchina della prima squadra porta a casa la vittoria più importante.

L' Atletico Madrid e Simeone escono a testa alta ma con il cuore spezzato e l'anima mortificata, gli dei del calcio ancora una volta hanno voltato le spalle ai Colchoneros che si sono dimostrati squadra granitica ma anche con un buon impianto di gioco e in questa finale maledetta hanno dovuto arrendersi malgrado un possesso di palla addirittura superiore a quello dei cugini Blancos, un rigore sbagliato ed un gol subito in fuorigioco. Dopo questa partita si può ribadire a gran voce che il calcio di Simeone con il 'catenaccio all'italiana' non ha proprio nulla a che fare, ma quelli che denigrano il 'cholismo' sono gli stessi che storcevano il naso sull'efficacia del TIKI TAKA di Guardiola e del suo Barcellona. Insomma di cosa stiamo parlando? Il Cholo ha otttenuto più del massimo dai suoi uomini in questi anni, una squadra che si è contesa ripetutamente la scena europea con squadre che hanno fatturati 3 volte più ricchi; questa sconfitta però può mettere al tappeto anche il trascinatore argentino che adesso si starà chiedendo se continuare o meno la sua avventura a Madrid, due finali perse contro gli acerremi nemici in tre anni non possono cancellare quanto di magnifico è stato fatto ma possono psicologicamente chiudere un ciclo.

Dal canto suo il Real ha aggiunto alla bacheca un'altra coppa, l' UNDICESIMA ! Con l'arrivo di Zidane la squadra ha ritrovato serenità, autostima ed è scivolata sul palco del San Siro con linearità e consapevolezza, Zidane ha usato l'Ancelotti style, ovvero è entrato in sintonia con i big del gruppo e tutto il resto è andato come doveva di consequenza senza strappi e senza clamori : la finale di Milano è stata una prosecuzione di tale armonia, i blancos sono partiti bene ma dopo mezz'ora hanno lasciato campo ed iniziativa ai cugini fino a subire il giusto pareggio. Stremati alla fine si sono affidati ai calci di rigore e quando hai Cristiano Ronaldo sull'ultimo dischetto puoi già iniziare a festeggiare...il tutto con naturalezza, quasi senza accorgersi che per un lungo tratto di partita sono stati più sul punto di perderla che di vincerla questa undicesima.

Morale spietata: ha perso il popolo Colchoneros che ha fallito l'ennesimo colpo di stato e sul trono, cinico più che mai resta il Real con i suoi sfarzosi gioielli.


IL MIGLIORE : Gabi, voto 8,5 Il capitano nella serata più importante tira fuori dal suo bagaglio una prestazione perfetta: preciso, guerriero, inesauribile e dalla personalità illimitata. Nel momento più difficile è l'unico che resta lucido nella tempesta e rimette il suo Atletico nella rotta giusta.Chiude la sua fantastica finale trasformando anche il rigore.

IL PEGGIORE: Pepe, voto 4 Non per la prestazione, nel bene o nel male la sua presenza in campo è sempre pesante ma le continue scenate, simulazioni e comportamenti antisportivi stonano con quella maglia gloriosa che indossa da molto, troppo tempo. Ridicolo.


di Marco Strappini
redazione@viverejesi.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2016 alle 08:10 sul giornale del 30 maggio 2016 - 1347 letture

In questo articolo si parla di sport, filottrano, marco strappini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axtQ

Leggi gli altri articoli della rubrica Tutte le Stelle della Champions