Maiolati: bilancio, lista Innovazione e Responsabilità 'Una narrazione virtuale'

Innovazione e responsabilità, lista civica di Maiolati Spontini 03/06/2016 - Lunedì scorso in un consiglio comunale affollato di argomenti importanti (si discuteva anche il bilancio consuntivo 2015 di cui riferiremo fra qualche giorno), abbiamo discusso del bilancio preventivo 2016.


Siamo arrivati a questa discussione in ritardo, nel periodo di moratoria prefettizia. Immaginavamo quindi, visto il maggior tempo utilizzato, un bilancio coerente con i fatti politici ed amministrativi intervenuti in questi ultimi mesi. Leggendo il documento e ascoltate le “dotte” argomentazioni degli esponenti della maggioranza, l’ unico pensiero che ci è venuto e che abbiamo poi esplicitato in consiglio è stato il titolo di questo comunicato “una narrazione virtuale” .

Per un atto che deve essere ispirato all’irrinunciabile principio della “veridicità” non c’è male; a leggerlo soprattutto nella parte discorsiva sembra il documento degli anni precedenti a cui sono state cambiate le date!

Proviamo ad argomentare sui principali capitoli del documento di programmazione:

- entrate extra- tributarie e spese correnti: sappiamo tutti che l’ ampliamento della discarica (primo obiettivo del nostro programma già raggiunto) è stato bocciato definitivamente ed il modesto ampliamento ottenibile dalla riprofilatura dei rifiuti nelle ultime vasche ( il relativo progetto peraltro ancora non risulta neanche adottato dalla Giunta Municipale), prolunga l’ attività fino al 2018. Sui capitoli di bilancio non c’è traccia di questo importante fatto politico-amministrativo, tranne qualche piccolo taglio su alcuni capitoli di spesa. Pensate!! Con una dipendenza dal canone discarica nelle spese correnti del bilancio annuale, per circa € 600.000,00, e con la pressione tributaria a carico dei cittadini (I.R.P.E.F. E IMU in particolare) quasi al massimo, gli amministratori, pensano di risolvere tutto con un maxi-taglio dei servizi ai cittadini nel 2018. Semplicemente folle!!

- politiche intercomunali: da mesi stiamo assistendo sconsolati, al regresso nelle politiche di collaborazione intercomunale ( un salto indietro di trent’ anni!). L’ Unione dei Comuni si sta dissolvendo, la “toppa” del progetto di fusione per incorporazione con Rosora è naufragato per il modo improvvido come è stato preparato e gestito dalle Amministrazioni proponenti, marcando un netto peggioramento dello stato dei rapporti fra i Sindaci della Vallesina. Leggendo il documento di programmazione economico-finanziaria sembra invece di essere su un altro pianeta, nel regno della virtuosa collaborazione.
Pensate! Per ben 18 volte ( avete capito bene! leggete per credere) si esalta l’ esigenza e la positività della collaborazione intercomunale. Ma se oggi tutti i nostri Amministratori di lungo corso in carica, hanno perso la fiducia degli altri Sindaci e Amministratori dei Comuni vicini, con chi la fanno la collaborazione intercomunale!?!?!? Con i Sindaci di Roccacannuccia e Canicattì!?!?
Ma per favore! Siamo al ridicolo!

Questi fatti, penso difficilmente confutabili, aprono problemi politicamente drammatici che al di là degli schematismi maggioranza/opposizione, le forze politiche organizzate ed i movimenti civici presenti nei consigli comunali, devono affrontare di petto e per il bene della comunità unitaria della Vallesina, risolvere. L’ associazionismo intercomunale è l’ elemento strategico dell’ azione degli Enti locali di questa legislatura e di quelle future.

Volenti o nolenti, per la sua baricentricità, per la sua consistenza numerica e per il fatto di essere la sede dei principali enti e strutture di servizio intercomunali, Maiolati è indispensabile per qualsiasi politica intercomunale, degna di questo nome. Maiolati oggi e per i prossimi tre anni è amministrato da una Giunta che, nei tredici anni di governo, ha avuto il poco onorevole merito di essersi giocata la fiducia della stragrande maggioranza degli Amministratori della Vallesina. Questo significa che, stante la situazione, per almeno tre anni staremo fermi.
Credo non ce lo possiamo permettere, la nostra comunità non lo vuole e non lo merita.
Noi siamo una piccola lista civica di opposizione, da soli possiamo fare poco, ma quello che possiamo, lo faremo. Altri tre anni di stallo vanno assolutamente evitati!!

- strutture cimiteriali e opere pubbliche: nel bilancio di previsione si dà per acquisita la soluzione della localizzazione del nuovo cimitero nell’ area esondabile antistante via Torrette, con tanto di indicazioni di cifre consistenti nel piano investimenti. Si tralascia un particolare significativo però!

Quest’ area è stata individuata saltando un passaggio fondamentale nella localizzazione dei nuovi cimiteri: un indagine estesa a tutto il territorio comunale ( intercomunale in questo caso trattandosi di cimitero consortile) per individuare aree con abitazioni ad almeno 200 metri dal futuro cimitero. Su questo punto e su altre criticità sono state presentate circostanziate osservazioni difficilmente eludibili. Non va trascurato il fatto che anche su questo viene meno la collaborazione intercomunale. Il comune di Castelbellino se ne sta andando e la Giunta non fa niente per recuperare un rapporto proficuo. Anche questa opera quindi appare molto “virtuale”.

L’ annunciato abbandono del progetto caserma e del completamento campus ci sembra invece alquanto pretestuoso, dichiarato più per accentuare artificiosamente la preoccupazione dei cittadini che reale. Le risorse per queste due importanti opere pubbliche sicuramente si potranno trovare, anche ricorrendo ad altre fonti.

Potremo continuare citando altri aspetti, ma credo quanto detto sia ampliamente dimostrativo della aleatorietà di questo importante strumento di programmazione amministrativa annuale e triennale.
Invitiamo i nostri Amministratori e quelli degli altri comuni ad un’ attenta riflessione sulle scelte ed i comportamenti ( anch’ essi componenti imprescindibili della Missione Istituzionale). A nessuno deve mai venir meno l’ obiettivo principale: l’ interesse strategico della Media Vallesina come comunità collettiva, solidale e proiettata verso l’ innovazione.


da Innovazione e Responsabilità
lista civica
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2016 alle 19:14 sul giornale del 04 giugno 2016 - 1500 letture

In questo articolo si parla di attualità, bilancio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axII