Quantcast

Domenica un recital/concerto di Vincenzo Costantino 'Cinaski'

4' di lettura 08/06/2016 - L'Associazione Musicale VALVOLARE in collaborazione con la Cooperativa Culturale Jesina (teatrococuje.it) è onorata di poter ospitare a Jesi il bardo milanese Vincenzo Costantino "Cinaski".

 

Un recital/concerto mosso anche dagli strumenti suonati dal vivo. Canzoni, letture e monologhi sulla scia della last gen¬eration, verso la fine del politicamente corretto in una prospettiva poetica e musicale che rintraccia le modalità dello stand up, dell'ironia e della canzone recitata e cantata. L'assolo di un bardo, spacciatore di attimi, traduttore di vita.

Nato per lasciar perdere.

Vincenzo Costantino sarà accompagnato alla chitarra e alla voce da LUCA CIATTAGLIA e GABRIELE ROSSETTI della CiattaManBand.

http://vincenzocostantinochinaski.it/

BIGLIETTI E INFORMAZIONI:

8 EURO prenotando con sms, whatsapp o chiamata al numero 349 3539112.

10 EURO la sera del 12 Giugno presso teatrococuje.it

Via dell'Esino n. 13 Jesi (apertura ore 21.00).

Se arrivate in auto posteggiate in via Enrico Fermi.

Dopo la serata ci sarà un piccolo rinfresco con i vini della MONTESCHIAVO.

 

VINCENZO COSTANTINO, conosciuto come CINASKI, soprannome dovuto ad un retaggio adolescenziale dal 1980, nasce a Milano nel 1964.

Frequenta le scuole dell’obbligo sino alla maturità scientifica e contemporaneam¬ente frequenta i mondi di periferia mila¬nese, coltivandone pregi e difetti. Si iscrive all’Università statale di Milano alla facoltà di Lingue e Letteratura straniera per poi abbandonarla dopo tre ann¬i di mala frequentazione. Tra i moltepli¬ci lavori Costantino annovera collaborazioni con alcune testate giornalistiche underground di letteratura, una breve esperienza giornalista per un giornale del sud Milano ( L’Eco) e centinaia di notta¬te a farsi domande.

Nel 1994 c’è l’incontro umano e letterario con Vinicio Capossela da cui nascerà un’amicizia duratura e sincera che sfocerà in un reading/tributo a John Fante (Accaniti nell’accolita) e successivamente in un libro scritto a quattro mani con Capossela edito da Feltrinelli nel 2009: “IN CLANDESTINITA’- Mr Pall incontra Mr Mall” oltre a centinaia di nottate a farsi domande.

Dopo l’esperienza di una pubblicazione s¬otterranea e filantropica di Luciano Murelli nel 2000, di una raccolta poetica che riscuote un buon successo sotterraneo nel 2010 pubblica per Marcos y Marcos l¬a sua prima ufficiale raccolta poetica dal titolo “CHI E’ SENZA PECCATO NON HA UN CAZZO DA RACCONTARE”, raccolta che riscuote un ottimo successo di vendite e conferme della particolarità del personaggio Cinaski. Vincenzo Costantino ama tanto scrivere quanto leggere e numerosissime sono le sue performance di letture musicate in giro per l’Italia con la complicità di diversi compagni di Viaggio iniziando dallo stesso Capossela, poi Folco Orselli (cant-outsider eterno amico) e in ultimo il complice fratellino, nonché produttore artistico Francesco Arcuri.

Dopo aver animato per 5 anni (2001/2006)¬ i Lunedì notturni dei Milanesi con la b¬anda del Caravanserraglio, esperienza di¬ interazione delle arti e dei mestieri, comincia una lunga attività di recital d¬al vivo nei luoghi più disparati del pae¬se portando storie, poesie all’insegna d¬ella potabilità e della condivisione. La¬ poesia vestita di musica entra così nei bar, nelle osterie e anche nei teatri c¬oraggiosi, dovunque ci siano orecchie e ¬occhi incontaminati dalla distrazione.

Continua questo percorso, questo errare ¬poetico, passato anche dalla triennale d¬i Milano a novembre del 2011, coltivando¬ amicizie e attestati di stima sempre pi¬ù numerosi che lo incitano a non mollare¬ e a continuare a scrivere e a leggere, come gli dice uno dei suoi più grandi es¬timatori e amico d’oltre oceano, Dan Fan¬te ( figlio di John): “Vincenzo tu sei i¬l mio poeta italiano preferito, keep wri¬ting, do no stop, keep writing…You are a¬ gift". E come un regalo Vincenzo continua, in a¬ttesa di essere “scartato”, a portare po¬esia nei posti più nascosti del paese, d¬ove la poesia si nasconde e va scovata.

A Ottobre del 2012 è uscito "SMOKE, PARO¬LE SENZA FILTRO" il suo primo disco di p¬oesie musicate o di canzoni recitate, au¬toprodotto con la complicità di Gibilter¬ra e la produzione artistica di Francesc¬o Arcuri. I testi dei brani sono le sue ¬poesie recitate su musiche soffuse, regi¬strate magistralmente e composte da molt¬i nomi noti: da Edda (Ritmo Tribale) a S¬imone Cristicchi, da Folco Orselli a Cap¬ossela naturalmente.

Sempre a Ottobre, ma del 2015, è uscito ¬il suo ultimo libro "NATI PER LASCIAR PE¬RDERE" edito da Marcos Y Marcos.

Lasciar perdere è fiducia, misericordia,¬ rispetto della vita altrui. Lasciar vin¬cere è presunzione. Se cerchi e riconosc¬i solo la vittoria e durante la partita ¬non ti diverti, sì… Per me hai perso in ¬partenza. Sono un libro e nell’attesa vi¬vo la curiosità degli occhi, faccio bara¬tto di carezze con le mani dei bambini, ¬giro il mondo senza pagare il biglietto,¬ ma diventandolo, non combatto battaglie¬ perché non combatto guerre non mi regal¬o mi condivido. Anche dove non sembra la¬ mia storia è anche la tua, gira con me ¬girerai il mondo anche nel verso contrar¬io. Sono nato per lasciar perdere, e viv¬ere.






Questo è un articolo pubblicato il 08-06-2016 alle 18:19 sul giornale del 10 giugno 2016 - 510 letture

In questo articolo si parla di Associazione Valvolare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axUi





logoEV
logoEV