Maiolati Spontini: nasce la Consulta popolare, approvato il regolamento

Fabiana Piergigli, assessore alle pari opportunità di Maiolati 10/06/2016 - È stata istituita a Maiolati Spontini la Consulta popolare. Il regolamento è stato approvato nell’ultima seduta del consiglio comunale. Promotrici del primo organismo di partecipazione popolare del Comune sono state l’assessore Fabiana Piergigli e la consigliera Stefania Lucidi.


Si tratta di una novità assoluta – sottolinea Piergigli, titolare, fra le altre, della delega all’Associazionismo – ma la delibera ha una storia molto lunga. L’idea di avere una consulta popolare prende spunto dalla difficile stagione sociale e politica, che mina alla radice i valori più profondi della nostra civiltà. La carenza del lavoro, la riduzione di risorse economiche da dedicare al sociale e alla salute, la devastazione del territorio, mettono in crisi i modelli di convivenza sociale ed allontanano sempre di più i cittadini dalla politica. Noi riteniamo che la crisi sia in larga misura dovuta a scelte dettate da logiche neoliberiste, logiche che hanno come unico obiettivo la produzione di ricchezze finanziarie e che non tengono conto degli interessi dell'uomo. Riteniamo che un mondo migliore sia possibile, ma per realizzarlo occorre ripartire dai territori, dal coinvolgimento e dal contributo di tutti i cittadini”.

Ecco, quindi, la Consulta popolare “quale nuovo organismo di partecipazione della popolazione alla gestione della cosa pubblica, per consentire a tutti i cittadini di contribuire alla pari alla vita amministrativa del Comune ed esprimere pareri, formulare proposte, ricevere informazioni sulla gestione della cosa pubblica mediante il libero e democratico confronto delle opinioni senza pregiudizi e strumentalizzazioni”.

La Consulta vuole essere, in definitiva, “un servizio – si legge nella delibera – e allo stesso tempo un importante strumento di partecipazione popolare dal basso e di confronto con tutta la comunità”. L’organismo ha funzione consultiva, propositiva e di orientamento nei confronti degli organi dell'Amministrazione comunale (Consiglio, sindaco e Giunta), di promozione della partecipazione e diffusione dell’informazione presso la cittadinanza. Funzioni svolte tramite la formulazione di proposte agli organi dell'Ente in relazione alle linee programmatiche approvate dal Consiglio; l’espressione di pareri consultivi richiesti dagli organi dell’Amministrazione comunale; l’organizzazione di incontri e dibattiti pubblici per formulare proposte su argomenti di interesse e rilevanza generale.

L'Amministrazione comunale è tenuta a chiedere prioritariamente il parere della Consulta per gli atti di programmazione generale quali: indirizzi del bilancio di previsione e del piano pluriennale degli investimenti; atti di pianificazione e programmazione aventi una ricaduta generale sul piano sociale e ambientale del Comune; pianificazione urbanistica generale. Il parere richiesto dall’Amministrazione va reso dal portavoce della consulta al sindaco.

Tutti i cittadini maggiorenni possono prendere parte alla Consulta inoltrando una richiesta al sindaco. L’organismo diventerà operativo solo dopo la pubblicazione, che avverrà a breve, di un apposito avviso e della modulistica sul sito Internet del Comune.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2016 alle 09:29 sul giornale del 13 giugno 2016 - 1378 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, fabiana piergigli, consulta popolare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axYa