E daje tira: enogastronomia, personaggi, storie del territorio in un originale gioco della Pro Loco

13/06/2016 - Più di un gioco, un modo di riscoprire le caratteristiche e le qualità del nostro territorio, i personaggi, i prodotti, i detti popolari, in una maniera tutta originale.


E' stata la Nuova Pro Loco di Jesi a ideare "E daje tira!", un gioco da tavolo ispirato al Risiko, che al posto dei cannoni ha i trattori ed i territori da 'conquistare' sono quelli di Jesi e della Vallesina (circa 40 comuni inseriti nel gioco). Sono 26 le carte gioco che raccontano le leggende, le storie paesane, i grandi personaggi, come Stefano Marzi meglio conosciuto come Maciste, il re del fumè, i prodotti tipici locali.

Il presidente della Pro Loco Alessandro Tesei racconta come è stato possibile realizzare questa originale iniziativa: "Siamo arrivati, dopo mesi di lavoro, a completare il gioco da tavolo della Vallesina. E' un traguardo importante raggiunto grazie a tutti gli attori coinvolti: il vicepresidente ProLoco Riccardo Pau, tutto il direttivo e i soci, fra cui Serena Micciarelli, l'ideatrice delle nostre armate di trattorini, e Alice Russotti per la stampa dei suddetti, Max Giorgi, Francesco Coppari, Anna Maria Epifani, Cristiana del Corpo, Paola Blondi, Filottrani Simone, il network di SIGNAdesign che ha dato vita al progetto con le illustrazioni di Giorgio Perlini e il lavoro di Francesco Saverio Giovagnoli e Marco Astracedi, l'associazione Antro del Drago con la presidente Monica Di Gennaro, Maria Sas e tutto il loro direttivo, con cui abbiamo curato il regolamento, l'UNPLI provinciale con la presidente Loredana Caverni e Vittorio Molossi".

Un vero e proprio gioco di squadra, al quale si aggiunge l'amministrazione comunale di Jesi, nella persona dell'assessore alla cultura Luca Butini, che ha approvato e abbracciato il progetto fin dalla sua presentazione. Ma anche l'assessore alla cultura di Arcevia Laura Coppa e l'assessore alla cultura di Ostra Abramo Franceschini che - come rivela Tesei - "hanno dato anche degli ottimi spunti per le carte speciali".
S
ono tanti coloro che hanno aiutato a realizzare il gioco nella fase di ricerca, con preziosi contributi: Jonathan Soverchia per Castelplanio, Alessandro Tarabelli per Filottrano, Luca Barchiesi per Montecarotto e Arcevia, Giova Burton per Chiaravalle, Catia Rastelli per Ostra Vetere, Giu Sy per Pianello Vallesina, Luca Quercetti per Agugliano, Noemi Nema Agosti per Serra San Quirico, Lino Primucci per Apiro, Paolo Vigoni per Cingoli, Marco Bergami per Ostra.

Ora c'è un altro traguardo da raggiungere: la realizzazione di 1000 copie del gioco. E per questo è stata lanciata una campagna di crownfunding, sulla piattaforma partiamodalbasso.com, dove è possibile oltre che contribuire con una donazione alla realizzazione di altre copie anche all'acquisto diretto del gioco con una sorta di preacquisto (CLICCA QUI).


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2016 alle 11:40 sul giornale del 14 giugno 2016 - 3323 letture

In questo articolo si parla di enogastronomia, attualità, jesi, Vallesina, Pro Loco, prodotti tipici, gioco, cristina carnevali, articolo, risiko, e daje tira, crownfunding, gioco da tavolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax4R