Quantcast

Motociclismo: termina l'avventura del TT, Alex Polita racconta la magia dell'Isola

Alex Polita al Tourist Trophy dell'Isola di Man 2' di lettura 13/06/2016 - È appena rientrato dall'Isola di Man, dove si è tenuta la spettacolare gara del Tourist Trophy. E Alex Polita, arrivato al traguardo alla 33esima posizione nella categoria Senior (su 89 piloti) al suo primo TT, si dice pronto a ripetere la sfida.

"Ho sempre creduto che per apprezzare una grande gioia bisogna aver superato prima una sofferenza. - commenta così Alex l'esperienza del TT - Non só se questa gara ha rappresentato solo una grande gioia per me, ciò che mi ha lasciato è molto di più, non è più soltanto la voglia di parteciparne ancora, ma di eccellerne, per sentirmi ancora una volta VIVO come non mi capitava da tempo!".

Polita racconta di un clima e di una profonda umanità tra piloti mai vista fino ad ora: "Ho visto top rider aiutare newcomer come me, mi sono visto pian piano migliorare, come pilota e come persona, raggiungendo mano a mano quello che era il mio sogno...il sogno di guidare una motocicletta, in un atmosfera sana fatta di valori veri che mi hanno permesso non solo di sfrecciare sempre piu veloce spostando il mio limite sempre più in alto, ma di credere di nuovo in me stesso!". Ma il bello di questa gara, la più antica al mondo, riesce a coinvolgere in una maniera quasi mistica anche gli spettatori: "Vedere folle di persone accogliere con la stessa enfasi il primo e l'ultimo in graduatoria, folle applaudire a bordo strada i propri idoli, aspettare ore per una stretta di mano, attendere per un 5 all'uscita del turno. Questo mi mancava. La passione vera".

Una carica in più per il pilota jesino che quest'anno non si è di certo risparmiato tra TT, Campionato italiano di velocità e mondiale Endurance.

Ma la magia dell'Isola di Man gli ha lasciato un segno indelebile: "Nonostante lo sguardo "impaurito" scendendo la montagna di sesta piena ho potuto scorgere la città e la luce blu del mare, in un misto di adrenalina e stupore che mi ha permesso di sentirmi di nuovo padrone della mia anima e del mio destino! Ho corso la gara piu bella del mondo. Sono stato fortunato, l'ho voluto e l'ho vissuto con la donna più speciale del mondo la donna che sarà madre di mia figlia...Mille emozioni e sentimenti ho dentro, sensazioni che mi scorrono nelle vene passando dal sangue fino al Cuore. Ogni appassionato di moto dovrebbe avere la possibilità di vivere certe magnifiche emozioni. Emozioni che soltanto quest'isola è riuscita a trasmettermi. Quest'isola che ora amo chiamare La mia isola di Man. Ci vediamo il prossimo anno Isle of Man".

Ora Polita si prepara per i prossimiround del Civ, previsti per il 2-3 luglio al Mugello.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2016 alle 12:21 sul giornale del 17 giugno 2016 - 2083 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, alex polita, cristina carnevali, articolo, tt, tourist trophy, isola di man

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ax43


logoEV
logoEV