Castelplanio: petizione e atti vandalici contro l'accoglienza dei rifugiati, Aicu esprime sdegno

Aicu - Associazione Italiana Carlo Urbani 23/06/2016 - In merito alla raccolta di firme promossa contro l’accoglienza di alcuni rifugiati in una dimora all’interno del Comune di Castelplanio, ai contenuti e al tono della petizione e alle azioni vandaliche e incivili, poste in atto da ignoti presso la stessa residenza, in via del Gioco del Formaggio, LEGGI QUI, Il consiglio direttivo dell'Aicu tiene a precisare quanto segue.


L’associazione Italiana Carlo Urbani Onlus esprime sdegno per la raccolta di firme avviata a Castelplanio in opposizione all'arrivo di un gruppo di migranti. In un paese che vanta riconosciute radici solidali e che solo poche settimane fa si è attivato con successo aderendo alla campagna di Intersos per la raccolta di materiali a sostegno dei profughi ospiti del campo di Idomeni, in Grecia, fa male vedere come permangano sacche di resistenza ai più basilari principi di solidarietà e convivenza umana.

L'Aicu offre il suo benvenuto agli amici in arrivo mettendosi, per quanto di sua competenza, a disposizione affinché la loro permanenza sia la più dignitosa possibile, affiancata da vicinanza e accoglienza, nell'auspicio di recuperare presto le condizioni per un futuro migliore nella loro terra.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2016 alle 18:55 sul giornale del 24 giugno 2016 - 2724 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelplanio, associazione italiana carlo urbani onlus, petizione, aicu, accoglienza, rifugiati, associazione italiana carlo urbani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aytf