Castelplanio: accoglienza rifugiati, Amnesty International esprime preoccupazione per il clima creatosi

Amnesty International 25/06/2016 - Amnesty International Marche esprime profonda preoccupazione per il clima d'intimidazione venutosi a creare nel comune di Castelplanio, in provincia di Ancona, rispetto al possibile arrivo nella cittadina di un certo numero di richiedenti asilo.

Sulla base di quanto riportato da fonti giornalistiche riguardo una petizione popolare che stigmatizza l'arrivo dei richiedenti asilo, gli atti vandalici e le scritte pregne di odio razziale rinvenute in via Gioco del Formaggio, sede individuata per l'ospitalità (LEGGI QUI), Amnesty International Marche giudica che si sia venuto a creare un clima molto pesante, che potrebbe mettere a repentaglio la sicurezza dei richiedenti asilo in arrivo a Castelplanio.

Amnesty International intende ricordare alle autorità locali che rispettare il diritto d'asilo e dare ospitalità a persone che fuggono da guerre, persecuzioni e violazioni dei diritti umani non è solo una forma opzionale di solidarietà ma costituisce, anche e soprattutto, un obbligo per un paese come l'Italia che ha firmato e ratificato trattati e convenzioni internazionali, come la Convenzione di Ginevra del 1951, a tutela di rifugiati e richiedenti asilo.

Di fronte al clima che, negli ultimi giorni, si è venuto a creare a Castelplanio, Amnesty International Marche invita le istituzioni locali a prendere le distanze da ogni manifestazione d'intolleranza e xenofobia e a ribadire che il rispetto dei diritti umani di chi fugge da guerre e persecuzioni non può e non deve conoscere deroghe.

Amnesty International Marche, infine, esprime vicinanza a quell'ampia parte della popolazione di Castelplanio che anche in questa occasione ha ribadito il suo carattere aperto e solidale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2016 alle 22:36 sul giornale del 27 giugno 2016 - 2035 letture

In questo articolo si parla di attualità, amnesty international, castelplanio, accoglienza, rifugiati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayx8