Maiolati: vicenda discarica, le precisazioni dall'amministrazione

discarica moie 3' di lettura 29/06/2016 - Essere tacciati di arroganza e di demagogia da chi ha fatto di quelle stesse parole uno sport e una “pratica di confronto politico” lascia esterrefatti. Ma soprattutto delusi e amareggiati.

Credo che l’onesta e l’integrità morale di questa Giunta non abbiano bisogno di essere richiamate. È stato dimostrato - crediamo - nei fatti, nei risultati e nei metodi, come le Amministrazioni che si sono succedute in questi ultimi anni abbiano avuto a cuore la nostra comunità. Una realtà di cui ciascuno di noi fa parte e che ci vede, prima che amministratori, padri e madri di famiglia.

E qui il riferimento è ai toni e alle insinuazioni di chi continua a fare, spogliandosi di quel necessario e dovuto sentimento di rispetto per la verità, della vera e propria disinformazione, puntando sull’emotività, associando le statistiche sull’incidenza dei tumori a qualcosa di impossibile da stabilire. Come se noi non avessimo come primo pensiero la salute e il benessere dei cittadini, di noi stessi e dei nostri cari.

La vicenda della discarica sta purtroppo alimentando un clima, questo sì avvelenato, di cui non siamo certo noi i responsabili.

Un clima che sta facendo perdere di vista quel necessario e fondamentale collante da sempre caratteristica di una comunità come la nostra, dove il benessere è anche sinonimo di offerte culturali, di svago, aggregazione e sport. E dove una discarica, sì, una gestione trasparente, pubblica e efficiente di una discarica, è diventata un volano per la crescita del tessuto economico e produttivo e si è riverberata anche in un salto nella qualità dei servizi e delle strutture che sono state messe a disposizione di un intero territorio e non solo della comunità maiolatese. Ma non è stato un miracolo, come era stato definito da un giornalista de La Repubblica raccontando la storia del Polo scolastico di via Venezia. Nulla è piovuto dal cielo. È stato il risultato di anni di buona e oculata amministrazione. Di un utilizzo dei soldi pubblici segnato sempre dalla trasparenza, dall’onesta, e dall’interesse per il bene comune.

Dobbiamo reagire con pacatezza ma anche con fermezza di fronte a chi ci accusa di arroganza e demagogia, consapevoli di quanto abbiamo fatto e che ci è stato riconosciuto dai cittadini di Maiolati Spontini, riconfermando anche nelle ultime elezioni piena fiducia all’Amministrazione di centrosinistra.

L’iniziativa della consigliera e presidente della Commissione ambiente - stigmatizzata da un’opposizione che bolla incredibilmente come arroganza qualsiasi presa di posizione o anche solo la comunicazione di iniziative avviate dall’Amministrazione – nasce da un spirito di trasparenza e di unità. Sì, unità e non divisione, rispetto a un territorio, quello dei Comuni del Cis, che al cospetto di una vicenda così strategica per il futuro di tutta la Vallesina si vuole coinvolgere in un cammino comune. La richiesta di un’indagine epidemiologica, quindi, come d’altronde si spiegava nella nota dell’Amministrazione, ha proprio questo significato: un appello e un richiamo non di un singolo sindaco ma di un territorio intero che può e vuole dire la sua. Fra l’altro l’indagine epidemiologica ha una valenza che va oltre la discarica e disegnerà un quadro che andrà affrontato nella sua globalità.

Una volontà di tracciare un cammino comunque, si diceva, a dispetto di chi vorrebbe solo uno scontro continuo e uno sparare a zero di tutti contro tutti. Noi concepiamo la politica come sinonimo di responsabilità e onestà. Ed è in nome di questa onestà che abbiamo richiamato le conseguenze, ovvie e oggettive, del diniego al completamento dell’ampliamento. Sarà una realtà - quella dell’impossibilità di realizzare o completare opere strategiche come il polo scolastico, la caserma e quella del ridimensionamento di servizi finora erogati - con cui si dovrà fare i conti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2016 alle 21:09 sul giornale del 30 giugno 2016 - 4141 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, moie, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayGd


riccardo urbani

30 giugno, 11:49
Come al solito la maggioranza di Maiolati Spontini attacca la minoranza senza portare nemmeno un briciolo di argomenti. In questi mesi e negli ultimi giorni il M5S racconta i fatti; per ultimo il comunicato relativo all'ultima Commissione Ambiente. Domizioli e soci provino a smentire il fatto che quel comunicato è parziale e pertanto non veritiero. Provi a smentire il fatto che non vengono citate tutte le obiezioni delle minoranze, in primis quelle tecniche a cui con la solita arroganza (arroganza, sì) nessuno degli amministratori si è degnato di rispondere.