Quantcast

Jesi Jazz Festival: l'assessore Butini replica a Rossetti (Pd)

Jesi Jazz Festival 2016 2' di lettura 01/08/2016 - Una persona che chiede ed ottiene il mandato a rappresentare i suoi elettori in Consiglio Comunale dovrebbe, a mio parere, nel momento in cui si esprime nella veste di Consigliere, garantire alle persone che rappresenta ed a tutti i cittadini il massimo dell'obiettività di cui è capace, senza lasciarsi condizionare dal disagio politico che può trovarsi a vivere.

Nessun problema se al dottor Rossetti non piace il jazz e decide di non partecipare ai concerti di Jesi Jazz Festival; quando però in un comunicato (LEGGI QUI) ne nega il valore artistico disconoscendo il profilo internazionale di Guilherme Ribeiro, Ada Montellanico, Rita Marcotulli, Enzo Pietropaoli, Susanna Stivali manca di rispetto alle persone che hanno lavorato per il Festival, alle aziende che lo hanno sostenuto, al pubblico che ha affollato i concerti ed agli artisti che si sono esibiti, dalle cui parole pronunciate sul palco (ma lui non c'era?) è emerso l'apprezzamento per la manifestazione e per il taglio che chi l'ha costruita ha ricercato. >p> Qualità artistica indiscussa, unicità di alcune delle proposte ed attenzione ai valori del territorio sono state le direttrici in cui si è mossa la programmazione.

Il trio Marcotulli, Pietropaoli, Paternesi era alla sua seconda esibizione in assoluto, l'orchestra Marche Music College addirittura al debutto, con giovani allievi delle migliori scuole marchigiane, il duo di fisarmonicisti Guilherme Ribeiro e Giacomo Rotatori un inedito, il tutto all’interno di un programma ricco di musicisti, molti dei quali marchigiani, affermati e stimati non solo in Italia, quali Massimo Manzi, Massimo Morganti, Stefano Coppari, Samuelel Garofoli, Emilio Marinelli, Manuele Montanari, Antonangelo Giudice, Michele Samory, Diego Donati, Tommaso Sgammini, Marco Postacchini, Simone La Maida e gli jesini Giacomo, Tommaso e David Uncini.

Giunto alla quarta edizione, Jesi Jazz Festival si sta dunque costruendo una personalità, fatta di musicisti di valore, di responsabili artistici appassionati e lungimiranti, di funzionari del Comune, tecnici e maestranze capaci, di atmosfera e di ambiente che non temono confronti, di pubblico appassionato e partecipe. Ma se lui non c'era, non lo ha potuto apprezzare!.


da Luca Butini
Vicesindaco ed Assessore alla Cultura





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2016 alle 12:12 sul giornale del 02 agosto 2016 - 1306 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, luca butini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/azOa