Quantcast

Spaccate nei negozi del centro lo scorso inverno, giovane marocchino arrestato all'aeroporto di Bologna

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Jesi 1' di lettura 11/08/2016 - Un lavoro sinergico tra il Nucleo Operativo dei Carabinieri di Jesi e la Polizia di Frontiera di Bologna, che ha portato ad un importante arresto, mercoledì 10 agosto 2016 all'aeroporto di Bologna.

Nell'ambito delle indagini condotte dai Carabinieri guidati dal tenente Maurizio Dino Guida, in collaborazione con il Commissariato di Polizia locale, sono state svolte meticolose attività investigative per inchiodare il ladro di tantissime spaccate compiute ai danni di molte attività commerciali del centro di Jesi, tra dicembre e febbraio scorsi.

Tante le immagini ed i video di sorveglianza controllati nella zona, il prelievo delle impronte digitali lasciate nei luoghi dei furti, e il cerchio si è stretto.

Ad agire da solo era R.M., marocchino di 19 anni, residente regolarmente nella zona. Il giovane, dopo i furti, era tornato nel suo paese d'origine, per poi rientrare in Italia nella giornata di mercoledì, ignaro che le sue mosse fossero continuamente controllate dai militari.
Appena sbarcato è stato infatti arrestato, in esecuzione di una misura cautelare emessa dal GIP di Ancona.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-08-2016 alle 15:16 sul giornale del 12 agosto 2016 - 2239 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, carabinieri, centro storico, jesi, arresto, marocchino, attività commerciali, articolo, nucleo operativo, aeroporto di bologna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aAbh





logoEV
logoEV