Quantcast

La Festa del Cordaro accende il quartiere Prato

Festa del Cordaro a Jesi, al quartiere Prato 3' di lettura 26/08/2016 - Ha preso il via il 25 agosto, la “Festa del Cordaro” con la quale gli abitanti del quartiere Prato intendono rinnovare il ricordo di una categoria di lavoratori che fino a pochi decenni or sono si dedicavano alla fabbricazione di corde in canapa e, a volte, anche in fili di ferro.


Ideatori dell’iniziativa, che nelle precedenti edizioni ha riscosso consensi e successo, sono gli appartenenti all’Associazione “Amici del Prato” guidati dalla Presidente, Flora Di Pietropaolo in collaborazione con Gilberto Grattini, Nazzarena Pergolesi ed altri volontari “pradaroli”.

Tanti i momenti di spettacolo ed intrattenimento che si susseguiranno nelle quattro serate negli spazi battezzati come Piazzale Aurora, perché nella vicina canonica prese il via, alcuni decenni or sono, l’omonima e gloriosa società sportiva; spazi dove sono stati sistemati tavoli e panche utilizzabili dal pubblico per degustare le pietanze preparate dai collaboratori oppure per trascorrere una serata a chiacchierare con gli amici.

Giovedì si è tenuta l'attesissima Gara di Burraco che, oltre a prevedere i classici ricchi premi, si caratterizza per il fatto che il ricavato delle iscrizioni sarà devoluto a favore dello IOM. Questa prima serataè stata animata dal Gruppo Folkloristica “La Damigiana”. Curiosa ed interessante l’apertura e la chiusura della seconda serata; alle ore 21, infatti, Andrea Polverini, alias Renato Zero, ha presenteto la sua divertente cover. Terminata questa performance è stata la volta del gruppo di giovani appassionati di canto che lo scorso anno riscossero tanto successo; una formazione che non ha nome, ma che si è ritrovata assieme per far conoscere al pubblico le composizioni musicali di Mons. Roberto Vigo, ideatore del concorso di canto tra scolari: “La Pratolina d’Oro”. I ragazzi di Luca Rocchetti hanno eseguito un concerto di canzoni il cui testo tratta momenti, situazioni, paesaggi e mestieri tipici del quartiere.

Anche la serata di sabato sarà caratterizzata dalle sette note; inizierà, infatti, con una parentesi di ballo liscio con “Sergio e Cri” che alle ore 21,30 lasceranno il posto ai ballerini della “Ma.Mo Dance”. Chiusura di serata con il Karaoke guidato da Sergio e Cri.

L’apertura della serata di domenica, 28 agosto, è stata affidata ad un gruppo di giovani che amano definirsi “aspiranti attori ” Grazia e Michael che nella loro performance racconteranno in maniera teatrale a storia del Prado, con le sue caratteristiche e gli “uomini” che l’hanno caratterizzato nel tempo. Briosa ed effervescente la chiusura della festa affidata alla Compagnia del “Solstizio Mediterraneo” che coinvolgerà i presenti nello scatenato ballo popolare della pizzica.

Nel corso dei quattro giorni della Festa del Cordaro chi vorrà potrà assistere alla fabbricazione delle corde da parte di uno degli ultimissimi cordai della zona; non solo, nei locali della canonica sarà possibile ammirare una esposizione di oggetti in miniatura ed alla mostra fotografica curata da Foto Candolfi che presenta immagini della Pratolina d’Oro degli anni 1978 – 1980.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-08-2016 alle 13:50 sul giornale del 27 agosto 2016 - 768 letture

In questo articolo si parla di spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aAy7





logoEV
logoEV