Quantcast

Monsano: soccorre cagnolina in strada ma si scontra con la burocrazia

Cagnolina ritrovata in strada e Monsano 2' di lettura 27/08/2016 - La redazione riceve e pubblica la segnalazione di una lettrice che, dopo aver trovato una cagnolina in strada, l'ha presa con sé e ha cercato di aiutarla a ritrovare casa e padrone. Non senza ostacoli burocratici. Che aggiunge un appello: "a Monsano ci sono molto cani che girano liberi in strada, con pericolo per loro stessi e per gli automobilisti. Fate più attenzione ai vostri amici animali!".

Sabato mattina alle 9:30 trovo in mezzo alla strada una cucciola di cane femmina, dopo una curva della via principale che dal paese di Monsano si dirige verso San Marcello e Jesi.

Prima cosa recupero la cagnetta e mi dirigo verso l'ufficio della polizia locale del paese. Nel mentre chiedo a dei signori seduti al bar, con i loro cani, se per caso conoscevano la cagnetta che avevo recuperato e mi rispondono che non la conoscevano, quindi chiedo cortesemente a uno di loro se mi chiama il vigile in ufficio.

Si presenta da me il responsabile dei vigili e una vigilessa che dopo avermi chiesto i documenti mi dicono che avevo due opzioni, portare il cane a casa mia (ma ho già tre cani!) o al canile di Jesi.

Loro nel frattempo avrebbero provveduto a inviare un fax anticipando l'accaduto ma la comunicazione sarebbe stata letta solo dopo le 10.30, orario di apertura del canile. Quindi dovevo aspettare 1 ora.

Mi precipito a casa per recuperare un guinzaglio e un collarino e mi dirigo verso il canile. Mi accolgono dei signori e mi chiedono come mai fossi lì e spiego loro il motivo. La prima cosa mi consigliano di portarla dai vigili, che avrebbero potuto leggere il chip e trovare più velocemente il proprietario. Comunque, dato che ormai ero lì, ci pensano loro...però per conoscere il proprietario si deve attendere la persona che può accedere al database, alle 11.

Decido di attendere un'altra ora, anche perché alla cagnolina avevo promesso di non lasciarla sola e perché era molto spaventata. Intorno alle 12 arriva la persona addetta, che a mio dire con poca cortesia, si stupisce del fatto che fossi lì ad attendere e mi fa togliere il cane dalle braccia. Quindi dovevo solo consegnare il cane...e mi chiede se "volessi la ricompensa?!". E pensare che la mia è stata solo premura per il cagnolino, affinché ritrovasse il suo padrone ma che nel frattempo fosse rassicurato dall'abbraccio di chi lo ha soccorso...

La cagnolina è attualmente (al momento della segnalazione, ndr) in attesa di ritornare a casa sua e si trova al canile.

Lettera firmata dalla signora Magda di San Marcello.






Questo è un articolo pubblicato il 27-08-2016 alle 14:39 sul giornale del 29 agosto 2016 - 4301 letture

In questo articolo si parla di cronaca, monsano, cane, lettera, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aABC





logoEV
logoEV