Quantcast

Calcio: Jesina femminile, la doppietta della Monterubbiano non basta contro Brescia

Valeria Monterubbiano 3' di lettura 12/11/2016 - Non riesce alla Jesina l’impresa di strappare punti al Brescia campione d’Italia, che ha la meglio in rimonta delle marchigiane ed espugna un Carotti che, nonostante il freddo, si è scaldato quest’anno per la prima volta di fronte alla bella prestazione delle leoncelle, spingendole e sostenendole durante la gara per aiutarle a schiodare lo zero dalla classifica.

La partenza è tutta per il Brescia che già nei primi minuti si porta in avanti e che trova la rete del vantaggio al 15’ con Tarenzi che stoppa in area di petto e con una semirovesciata batte l’incolpevole Guidi.
Da questo momento la Jesina diventa più propositiva con una Catena che con i suoi dribbling ubriaca la difesa biancoblu e con due ghiotte occasioni per Monterubbiano; al terzo tentativo le leoncelle riescono a trovare il pareggio con la stessa numero 21 che sfrutta al meglio la bella combinazione tra Polli e Vagnini e da sola a due passi da Ceasar non sbaglia.
Per la prima volta quest’anno le leoncelle non si cullano sugli allori dopo il gol fatto e si va all’intervallo con il punteggio di 1 a 1.
Nella ripresa le biancorosse entrano con il piglio giusto: Polli vince un contrasto sul fondo dove fa partire un cross al bacio per la biondina da Fermo Vale Monterubbiano che di testa svetta ed insacca la palla in rete facendo esplodere il Carotti.
Il Brescia non si dà per vinto e costruisce delle occasioni per il pareggio, ma la difesa di mister Giugliano è diligente e non si fa soprendere. Al 63’ Tarenzi viene atterrata in area di rigore: l’arbitro concede il penalty che Girelli non sbaglia.
Le biancoblu attaccano alla ricerca del gol della vittoria, ma Guidi è in giornata e para tutto quel che passa dalle sue parti; al 80’ Sabatino dal fondo mette in area un cross, il portiere leoncello devia fuori area la palla che arriva a Cernoia che calcia di prima intenzione ed ancora Guidi riesce a respingere, ma il pallone arriva tra i piedi di Tarenzi che da pochi metri incredibilmente colpisce la traversa; la più lesta a gettarsi sul pallone di testa è Girelli che porta in vantaggio la sua squadra. Il peso offensivo del Brescia si fa sentire e le lombarde avrebbero diverse occasioni per chiudere definitivamente la partita, ma Guidi le ipnotizza e chiude la saracinesca alla sua porta.
Nel finale le speranze delle leoncelle di agguantare il pareggio si infrangono sul pallone calciato fuori da Catena da buona posizione sancendo il definitivo 2-3, tra gli applausi del pubblico del Carotti.

Grande prestazione di intensità, cattiveria, coraggio e personalità per le ragazze di mister Giugliano, ma ora l’imperativo dovrà essere quello di non accontentarsi, perché è proprio da questa bella partita che si deve ripartire già da sabato prossimo quando la Jesina andrà a far visita al San Zaccaria.

JESINA: 24Guidi, 22Mosca 25Cuciniello, 3Alunno, 14De Sanctis, 8Scarponi (62’ 5Becci), 4Battistoni (70’ 6Porcarelli), 10Vagnini (81’ 15Piergallini), 20Catena, 21Monterubbiano, 9Polli. A disposizione: 1Cantori, 11Fiorella, 18Campesi, 16Fontana. All. Giugliano

BRESCIA: 12Ceasar, 23Salvai, 3D’Adda, 21Manieri (58’ 7Cernoia), 19Lenzini, 5Eusebio, 24Mele (75’ 11Bonansea), 15Serturini (46’ 16Fuselli), 10Girelli, 17Tarenzi, 9Sabatino. A disposizione: 1Marchitelli, 13Gama, 18Ghisi. All. Bertolini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2016 alle 17:33 sul giornale del 14 novembre 2016 - 922 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, calcio, jesina calcio femminile, calcio femminile!, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aDo4





logoEV