Quantcast

Mattinate Fai delle Marche, visite a misura di studente

Palazzo della Signoria di Jesi 2' di lettura 25/11/2016 - Giungono alla V edizione le Mattinate FAI per le scuole, il grande evento nazionale che il FAI – Fondo Ambiente Italiano dedica al mondo della scuola, dove gli studenti si mettono in gioco in prima persona per scoprire e far scoprire le loro città.

Da lunedì 28 novembre a sabato 3 dicembre 2016, infatti, la Fondazione invita gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado a conoscere il patrimonio storico e artistico delle loro città, accompagnati e guidati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni, appositamente preparati dai volontari FAI e dai loro docenti.

Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale saranno aperti gratuitamente e in esclusiva per le classi 190 luoghi poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico, in 113 città d’Italia. Gli studenti avranno così l’occasione di partecipare a visite condotte da loro coetanei e di vivere un’insolita e coinvolgente esperienza di “educazione tra pari”.

Novità assoluta di questa edizione delle Mattinate FAI per le scuole: sabato 3 dicembre molti siti saranno visitabili a contributo libero anche dalle famiglie. Un’occasione straordinaria per passare una giornata insieme ai propri cari all’insegna di arte e natura.

Quest’anno, per la prima volta, il progetto è sostenuto dall'importante contributo di Gruppo Autogas Nord, azienda già vicina al FAI in qualità di Corporate Golden Donor, e si avvale della collaborazione della Rappresentanza regionale a Milano della Commissione europea, del Patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia e della partecipazione di ANP - Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola.

I LUOGHI APERTI NELLE MARCHE:

JESI (AN) Palazzo della Signoria Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico "Vittorio Emanuele II", Liceo Scientifico e Linguistico "Leonardo da Vinci", Liceo Artistico "Edgardo Mannucci", I.T.C.G. "Pietro Cuppari", L.E.S. "Galileo Galieli"

Il Palazzo della Signoria di Jesi è uno dei più imponenti palazzi pubblici in stile rinascimentale delle Marche, costruito tra il 1486 e il 1498 dal celebre architetto senese Francesco di Giorgio Martini, già attivo in diverse località delle Marche e, dal 1471, impegnato nel Palazzo Ducale di Urbino. Era la sede originale del Gonfaloniere e dei Priori, fu ceduto al Magistrato Pontificio e da allora divenne il Palazzo del Governatore fino all'Unità d'Italia. Fu dichiarato monumento di interesse nazionale alla fine degli anni Venti del Novecento. Oggi è sede della Biblioteca Comunale, arricchita all'inizio del secolo scorso dalla donazione della famiglia Pianetti, da cui il nome di Biblioteca Planettiana, attualmente una delle più importanti della regione. Al piano terra nell’antica Sala d'Armi, dal 1548 adibita a "Salara" cioè deposito del sale, si trova una moderna sala lettura.

Il bene sarà aperto mercoledì 30 novembre, giovedì 1 e venerdì 2 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 Sabato 3 dicembre speciale apertura per le famiglie dalle ore 9.00 alle 12.00






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2016 alle 00:31 sul giornale del 26 novembre 2016 - 708 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aDTW





logoEV