x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
articolo

Insediato il nuovo dirigente Morra al Commissariato: tra le priorità monitoraggio continuo e sicurezza

1' di lettura
1548

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it


Michele Morra, vice questore aggiunto
Una mirata attività di controllo del territorio nelle zone maggiormente sensibili della città è stata disposta dal nuovo dirigente del Commissariato di Jesi il Vice Questore Aggiunto Michele Morra. Il nuovo Dirigente si è insediato solo pochi giorni fa ed è proveniente dal Commissariato di Fabriano, prima ancora di Sassuolo, dove ha prestato servizio per 4 anni.


Conoscere la città a fondo e monitorare il territorio continuamente per tenere alti i livelli di sicurezza. Queste le priorità del dott. Morra, che si è concentrato subito su una intenza attività di mappatura ed analisi delle principali criticità. Proprio un'intensa attività di controllo è già stata avviata in questi giorni, partendo dalla presenza di soggetti con precedenti penali, da esercizi pubblici. In tanti sono stati accompagnati in Commissariato per verificare la loro presenza sul territorio.

Le prime attività guidate dal dott. Morra hanno dato già risultati concreti: un marocchino, fermato in compagnia di altri connazionali tra cui un uomo sotto libertà vigilata, era destinatario di un ordine di custodia cautelare in carcere di mesi tre di reclusione per aver commesso reati predatori. E' stato immediatamente denunciato all'autorità giudiziaria.

Nella rete dei controlli è stato fermato anche un nigeriano, appena uscito dal carcere e già impegnato fuori da un centro commerciale a molestare i clienti. Nei suoi confronti è stata avviata la procedura di revoca della carta di soggiorno ed il Questore di Ancona ha emesso la misura di prevenzione dell'avviso orale.
Infine un cittadino macedone, clandestino sul territorio nazionale, è stato sottoposto al provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.



Michele Morra, vice questore aggiunto

Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2017 alle 10:24 sul giornale del 16 gennaio 2017 - 1548 letture