Il Kiwanis aderisce alla giornata mondiale per l'epilessia

Kiwanis internazionale club di Jesi 08/02/2017 - Il Kiwanis è la più grande organizzazione mondiale di volontari che ha come scopo quello di tutelare i bambini.

La nostra mission è dedicare parte del nostro tempo e delle nostre energie al servizio dei bambini, sapendo che anche un’ora del nostro tempo ed un piccolo gesto può cambiare la loro vita.

Il Kiwanis è presente in 80 Paesi ed Aree geografiche con oltre 16.000 club. Il Kiwanis conta su oltre 600.000 soci, dando vita ad un grande network mondiale di talenti, competenze ed esperienze.

La grande famiglia kiwaniana dona ogni anno più di 18 milioni di ore di volontariato e investe più di 107 milioni di dollari nelle comunità sparse in tutto il mondo. Normalmente, ogni anno, i club del Kiwanis sponsorizzano più di 150.000 progetti per l’infanzia nel mondo.

Il service è, dunque, il cuore di ogni club del Kiwanis International, in qualsiasi parte del mondo si trovi.

Uno dei service del Kiwanis Distretto Italia-San Marino è quello per l’Epilessia.

L’epilessia è una delle malattie neurologiche più diffuse ed in Italia colpisce circa 500.000 persone. Può comparire in qualsiasi età della vita, ma interessa maggiormente l’età infanto-giovanile e l’età anziana. Le cause, seppur varie, possono essere individuate fondamentalmente nei fattori genetici e in quelli acquisiti (sofferenza pre-peri- post-natale; anomalie dello sviluppo corticale; esiti di traumi cranici, ictus, etc).

L’Epilessia è un disturbo neurologico cronico caratterizzato dall’occorrenza di crisi epilettiche, definite come manifestazioni cliniche a occorrenza parossistica, ricorrenza imprevedibile nella maggioranza dei casi, di brevissima durata, caratterizzate da segni e/o sintomi dovuti a un’attività neuronale anomala. Le crisi epilettiche si distinguono in:

- Crisi epilettiche sintomatiche acute o provocate, quando insorgono in stretto rapporto temporale con condizioni patologiche cerebrali strutturali o tossico/metaboliche.

- Crisi epilettiche sintomatiche remote o non provocate, che si manifestano in assenza di fattori precipitanti.

La diagnosi di Epilessia viene posta al ricorrere di crisi epilettiche non provocate. Le crisi epilettiche sintomatiche acute non comportano diagnosi di Epilessia né richiedono l’avvio di una terapia antiepilettica cronica. Ancora oggi sono attuali le parole del celebre Neurologo americano W.G. Lennox (1884-1960): “L’epilessia è l’unica malattia per la quale chi ne è portatore, soffre di più per l’atteggiamento che la gente ha nei suoi confronti che non per la malattia in sé stessa”. Lo stigma sociale riguardo la patologia è dovuto alla condizione imprevedibile della stessa che, vista la natura improvvisa della crisi, spaventa ed alimenta i pregiudizi. Fare informazione è pertanto fondamentale per combattere lo stigma soprattutto in ambiti come quello della scuola o dello sport, settori in cui le persone con epilessia fanno fatica ad essere inserite. Le finalità del Service, con il supporto di Specialisti afferenti alla Lega Italiana contro l’Epilessia, sono quelle di organizzare incontri/eventi che abbiano come target i bambini, i loro genitori e gli insegnanti. Anche in contesti separati. Tutto ciò per cercare di cancellare lo stigma che ancora circonda la patologia epilettica, far accettare la patologia ai pazienti, ed informare i compagni in modo adeguato all’età, per vivere con serenità tutti i momenti in cui le crisi epilettiche non ci sono e non spaventarsi quando avverranno. Le crisi che si verificano a scuola possono creare un disagio socio-familiare molto complesso, con conseguenze talvolta imprevedibili.

Altro obiettivo del Service è quello di stimolare una coscienza tale da far arrivare ad una legge ad hoc per fare in modo che in tutte le scuole possano essere individuati gli insegnanti autorizzati a somministrare i farmaci salvavita.

In considerazione delle finalità enunciate si invita la SV a dare il supporto ai Kiwanis Club ricadenti nel comprensorio di Sua pertinenza al fine di poter conseguire lo sperato successo nell’interesse dei bambini e di tutta la collettività.

Il Kiwanis Club di Jesi sta organizzando un incontro gratuito con esperti al 31/03/2017, seguira’ ulteriore comunicazione con il programma dettagliato (possibilità di rilasciare attestati di partecipazione per i crediti formativi - riconosciuti).



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2017 alle 19:28 sul giornale del 09 febbraio 2017 - 794 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, kiwanis club, kiwanis, giornata dei diritti dell'infanzia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGeK





logoEV