Pallavolo: la Lardini esulta al tie-break a Chieri

5' di lettura 12/02/2017 - Oltre le difficoltà, con coraggio e abnegazione, per consegnare alla storia di questo campionato un altro successo dal valore inestimabile.

La Lardini vince in cinque set a Chieri, andando sotto (2-1), ma dopo aver comandato nel terzo set, e prendendosi al tie-break due punti di cattiveria e temperamento, contro un Fenera che conferma di essere squadra dall’enorme potenziale e che le sa rendere la vita difficile. Ma alla fine le giocatrici filottranese possono festeggiare, a ragione, sotto il settore del palaVolley dove sono assiepati i tifosi della Curva Lardini e della Curva Over.

Nel match Filottrano entra con l’ace di Cogliandro (1-2) in un avvio segnato da tante difese. Mezzi fa segnare il vantaggio interno (3-2), Filottrano arma il braccio di Scuka e Vanzurova (5-5) e si riporta avanti con la fast di Cogliandro (6-7). Il mani-out di Negrini fa segnare il primo break (6-8), ma è sul muro che la Lardini costruisce l’allungo: Bosio (9-11) e Scuka (9-13) rimandano indietro gli attacchi del Fenera, la squadra di Bellano prende il volo con Scuka e Mazzaro (9-15). Bosio da posto uno centra la linea di fondo (10-17), Chieri prova a tenere a muro con Leggs, ma fatica di fronte all’ottima correlazione muro-difesa filottranese. La Lardini, che gira al 41% in attacco, viaggia spedita con Mazzaro e Negrini (13-22), tocca quota 24 con il muro di Cogliandro e fissa l’1-0 sul tabellone con il primo tempo di Mazzaro dopo un’interminabile azione. E’ il muro della stessa centrale a far segnare il vantaggio esterno (3-4) in apertura di seconda frazione, Serena “scalda” il pubblico di casa (6-5), ma sono tre punti consecutivi di Cogliandro a riportare avanti Filottrano (7-8). Chieri registra il muro e alza il livello dell’attacco (al 44% nel set): Nenkovska e Serena (12 punti in due nella seconda frazione) creano i presupposti per il break (15-11), Vanzurova e Cogliandro (7 punti con 75% di efficacia) tengono in scia la Lardini (17-15). Filottrano si aggrappa al muro di Scuka (19-17), ma il Fenera torna ad allungare con Mezzi e Serena (22-17). Coach Bellano cambia diagonale palleggiatore-opposto, in campo Galazzo e Tosi, ma il turno al servizio di Nenkovska apre la strada a Chieri ed è proprio l’opposta bulgara (7 punti) a firmare l’1-1. La Lardini riparte da una scatenata Cogliandro, che sigla i primi tre punti filottranesi con due fast e un ace in un avvio di terzo periodo in cui Vanzurova e Mazzaro spingono Filottrano fino all’1-5. Nenkovska e Mezzi guidano la reazione del Fenera (6-7), il palaVolley si scalda, ma la Lardini si cala nel clima da battaglia: Vanzurova e Scuka rilanciano (8-12), la pipe di Negrini accompagna Filottrano sul +5 (10-15). Bosio mette la palla in banca con Vanzurova (11-17), la Lardini alza l’intensità in difesa e da un recupero di Feliziani nasce l’attacco con cui Negrini fissa il 15-22. Cogliandro e Scuka portano la Lardini al set-ball (18-24), ma la pallavolo è sport imprevedibile: Filottrano commette qualche errore (21-24), Mezzi e l’ace di Caneva avvicinano ancora il Fenera (23-24), che impatta sul muro di Nenkovska (24-24). Negrini garantisce un’altra palla-set (24-25), ma Chieri è in trance agonistica, impatta con Mezzi e dopo un errore filottranese in attacco risolve il parziale a suo favore con l’ace di Nenkovska (9° punto nel set). La Lardini rientra con rabbia in campo: Bosio manda a segno tutte le sue attaccanti e sul turno al servizio di Vanzurova (ace del 4-6) allunga il passo. Il muro torna a prendere le misure dell’attacco di Chieri, i block di Cogliandro e Scuka spingono Filottrano sul 6-10. Il Fenera non molla mai la presa: Vingaretti trova il punto dal servizio (8-10) e Caneva sfrutta la non perfetta ricezione della Lardini (12-13). Si va ad elastico: Cogliandro rimette tre lunghezze tra le due squadre (13-16), Serena accorcia (16-17). Il nuovo allungo filottranese (47% in attacco nel quarto set) arriva con i punti di Scuka e con Cogliandro (18-22), Vanzurova centra in campo del Fenera (19-23) e dopo l’errore di Mezzi è Cogliandro (6 punti nel set) a rimettere in parità il conto dei set. Chieri impatta bene sul tie-break (2-0), ma la Lardini alza la saracinesca con Scuka prima e Mazzaro poi (2-4). Il Fenera colma il break (5-5), Vanzurova e Cogliandro lo ricreano al cambio di campo (6-8). E’ il servizio di Vanzurova a fare il vuoto: Cogliandro (devastante con i suoi 26 punti totali e il 72% di efficacia) punisce la ricezione lunga delle padrone di casa (6-11), l’opposta della Repubblica Ceca chiude con un ace (6-13) un parziale di 7-0 che avvicina la Lardini al traguardo, toccato grazie all’errore di Serena.

FENERA CHIERI – LARDINI FILOTTRANO 2-3

FENERA CHIERI: Vingaretti 1, Nenkovska 23, Leggs 8, Caneva 10, Serena 11, Mezzi 18, Bresciani (L); Errichiello, Provaroni, Scapati. N.e.: Ferrara, Tasca, Armando. All. Druetti - Cumino.

LARDINI FILOTTRANO: Bosio 2, Vanzurova 22, Mazzaro 13, Cogliandro 26, Negrini 7, Scuka 16, Feliziani (L). Tosi, Galazzo. N.e.: Marangon (L2), Rita, Cappelli. All. Bellano - Quintini. ARBITRI: De Sensi (Cz) e Colucci (Mt).

PARZIALI: 15-25 (21’), 25-19 (27’), 27-25 (31’), 20-25 (26’), 8-15 (16’).

DURATA: 121’.

NOTE: Chieri: battute sbagliate 7, battute vincenti 4, muri 16, attacco 37%, ricezione positiva 52%. Lardini: b.s. 8, b.v. 6, mu. 10, att. 38%, ric. pos. 60%.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2017 alle 21:31 sul giornale del 13 febbraio 2017 - 754 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, filottrano, Lardini Filottrano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGnl