Successo al teatro Il Piccolo di Lucia Fiori e il suo 'William Shakespeare, un piede a terra l’altro fra le stelle'

Lucia Fiori 20/02/2017 - Lunghi applausi sabato 18 febbraio al Piccolo di Jesi per lo spettacolo scritto da Lucia Fiori “William Shakespeare, un piede a terra l’altro fra le stelle” e da lei dedicato allo scomparso regista Jesino Dario Niccolini che come lei spiega...

“….non è stato soltanto un bravo attore ed un bravo regista ma anche un uomo che ha saputo “contenere” la sua immensa passione per il Teatro per far spazio alla propria famiglia, un uomo che ha saputo rinunciare ad una vita da girovago malgrado il suo amore per il palcoscenico fosse indicibilmente grande, perché ha scelto di essere prima di tutto un buon marito, un buon padre ed un fantastico nonno. Lo scorso novembre se n’è andato dopo essere riuscito perfettamente “nell’interpretazione” di tutti e tre questi ruoli ed ho così pensato che “William Shakespeare, un piede a terra l’altro fra le stelle” potesse proprio calzargli a pennello, perché come tutte le brave persone che se ne vanno da questo mondo, lasciando sulla TERRA bei ricordi, mille risate, tanta arte, tanta saggezza ed infiniti insegnamenti, anche lui, pur essendo ormai con UN PIEDE FRA LE STELLE, è rimasto con l’ALTRO PIEDE fra noi, qui sulla TERRA e più che mai sulle tavole del Piccolo di Jesi”.

Sabato, chi ha assistito al Teatro Piccolo di Jesi a “William Shakespeare, un piede a terra l’altro fra le stelle….” ha goduto di uno spettacolo musicale di forte suggestione, intriso di splendida musica rinascimentale-barocca, che calamita l’attenzione e stupisce per l’ardita narrazione che dipinge un William Shakespeare misterioso, sconosciuto, probabilmente mai esistito! Aperto il sipario, fra teli rossi e blu, quattro artisti di riconosciuto talento, il Soprano Lucia Fiori, l’attore Mauro Pierfederici, l’arpista Stefania Betti, la violinista Cecilia Bramucci che insieme sanno dar vita ad uno spettacolo che merita pienamente il successo di critica e di pubblico finora ovunque riscosso.
Affiatati fino alla perfezione raccontano con musica e parole uno Shakespeare per i più inimmaginabile e questo affascina e conquista spettatori di ogni età. Lucia Fiori colpisce al cuore sia come attrice che come cantante, infinite le sfumature vocali di cui è capace e sinuose e precise le linee del suo morbido canto, ora intimo e lacrimoso, ora appassionato e vivace, sempre sostenuto da una tecnica brillante e sicura.
Coinvolgente la narrazione dell’attore Mauro Pierfederici, ottime le esecuzioni della giovane promessa del violino Cecilia Bramucci e dell’arpista Stefania Betti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2017 alle 10:34 sul giornale del 21 febbraio 2017 - 922 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, lucia fiori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGBK