Gregori: 'Jesi, contro il degrado in progress auspichiamo controlli sempre più serrati'

Silvia Gregori 22/02/2017 - “Una donna arrestata per estorsione a sfondo sessuale, blitz antidroga a Porta Valle: queste le notizie apprese oggi dalla stampa locale.

Lega Nord Jesi si augura che controlli come questi siano sempre più serrati. Al di là dell’immagine di una città volta al futuro – così come descritta venerdì scorso nel Piano di Sviluppo presentato dall’Amministrazione comunale nel nome di Jesi In Progress - nella realtà presente aumenta il divario in città tra chi possiede ricchezza e chi non arriva neanche alla fine del mese. Ci sono quartieri che hanno bisogno di essere “bonificati” , migliorati, con cittadini residenti che devono sentirsi liberi di viverli appieno. Non possiamo ipotizzare un' invisibile “linea Maginot” che divida le zone di emarginazione sociale dalla parte "alta" della città, riferendoci a quest'ultima come baluardo di un futuro alquanto utopistico”.

Così la candidata sindaco Lega Nord Jesi Silvia Gregori commenta i recenti fatti di cronaca riportati dalla stampa locale: “In città, alcuni quartieri sono finiti nella morsa della prostituzione e del degrado. La segnalazione è arrivata dai cittadini che, disperati, si sono rivolti a noi al banchetto della Lega Nord durante lo scorso fine settimana, dopo aver reso nota la situazione anche alle forze dell’ordine”.

Nonostante si faccia finta che il problema non esista – è la denuncia di alcuni residenti - zone come Porta Valle, via Gallodoro e viale Trieste sono spesso teatro di episodi di violenza e prostituzione, anche in pieno giorno, dalle ore 10 del mattino fino a notte fonda.

“Nella piazzetta della stazione, alcuni cittadini, testimoni increduli di queste scene, ci hanno segnalato la presenza di diverse donne di colore e dell’est europeo, spesso picchiate e costrette per ore a non muoversi dal marciapiede, senza potersi allontanare neanche per un po’ d’acqua o cibo. Alcuni di loro hanno rischiato il pestaggio perché intervenuti in difesa di queste donne – sono le parole della candidata sindaco Lega Nord Jesi Silvia Gregori - Premesso questo, noi della Lega Nord ci chiediamo come sia possibile che si parli di Jesi in Progress, senza risolvere problemi di questo tipo. Non si può creare una città che viaggia a due velocità: quella proiettata verso il futuro, secondo l’Amministrazione, e quella costretta a fare i conti con un degrado crescente”. Lega Nord Jesi si unisce a quei cittadini che, esasperati, convivono con episodi di prostituzione, spaccio e mancata integrazione: “Dobbiamo tutelare le famiglie che devono affrontare questi problemi, perché non deve assolutamente passare il messaggio che si debba in qualche modo imparare a convivere con questi problemi che invece debbono essere estirpati – incalza la Gregori - Noi della Lega Nord siamo vicini più che mai a queste persone che si trovavo a vivere ogni giorno in questo degrado e siamo pronti a fare dei loro problemi le nostre battaglie”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2017 alle 10:16 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 805 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, lega nord, degrado, silvia gregori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGGG