Quantcast

'A qualcuno piace calvo', gli Onafifetti tornano alla carica con un nuovo spettacolo e fanno 49 anni

Onafifetti 2' di lettura 25/02/2017 - Saranno in prevendita già dal 1 marzo i biglietti per lo spettacolo “A qualcuno piace calvo”, che gli Onafifetti presenteranno in prima assoluta al Pergolesi di Jesi il 31 marzo.

Quello del gruppo jesino è un gradito ritorno nel Massimo locale, dopo alcuni anni di assenza. “E’ un piacere, oltre che un onore ed una responsabilità – hanno detto – tornare a calcare le assi di quello che è considerato uno dei Teatri più importanti, culturalmente e storicamente, della nostra regione. Era giunta l’ora di ripresentarci lì, dove le gambe tremano davvero quando si va in scena. Del resto per tutti coloro che recitano, anche a livello amatoriale, il Pergolesi ha un fascino diverso, assolutamente coinvolgente”.

Ma torniamo allo spettacolo, che andrà in scena il 31 marzo e che ha avuto bisogno di oltre un anno di lavoro per la sua stesura. E ancora non è finita, visti gli eventi in corso, si sa che il cabaret deve … stare sul pezzo. Questa volta gli Onafifetti hanno voluto giocare un po’ con l’originalità della messa in scena. “A qualcuno piace calvo”, infatti, è uno spettacolo di Teatro – cabaret, scritto ed interpretato da questo gruppo storico marchigiano, che festeggia quest’anno i 49 anni di attività.

Gli Onafifetti, Giovanni Filosa, Piergiorgio Memè, Mario Sardella, con al piano Marta Tacconi, immaginano di non avere più gli stessi pungoli artistici ed ironico - satirici di una volta, sono stanchi di una vita che ha perso molti dei suoi valori e non stimola più a lottare per le proprie idee, per cui pensano di fuggire da tutto e da tutti, esiliarsi e rinchiudersi volontariamente in una casa di riposo per artisti, lontani dal mondo. Qui, in una sorta di commedia dell’arte giocata su due palcoscenici - quello della quotidianità e quello del cabaret che loro non abbandonano mai - si svolge uno spettacolo nel quale, fra canzoni e scene recitate, con una sana dose di ironia e di satira mai qualunquista, vengono messi a fuoco tutti gli angoli di una vita sociale italiana e jesina insieme, coinvolgendo politici, artisti, mangiafuoco, saltimbanchi, insomma la quotidianità che vedi intorno a te. Con un finale da non perdere..






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2017 alle 14:21 sul giornale del 27 febbraio 2017 - 638 letture

In questo articolo si parla di pick a piper, rai scuola, evita greco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aGO0