Monte S. Vito: S. Pietro Apostolo, tra le opere recuperate una tela di Labruzzi e altri 18 dipinti

Il dipinto di Labruzzi recuperato dalla chiesa di Monte San vito 15/03/2017 - Anche nella provincia di Ancona l’unità di crisi dei beni culturali ha operato il recupero di beni storico artistici.


L’intervento, molto complesso è stato coordinata da storici dell’arte della soprintendenza di Ancona che hanno coordinato Carabinieri, Vigili del Fuoco e Volontari della protezione civile. Del dispositivo facevano parte dei restauratori dell’Istituto Centrale del Restauro del MIBACT giunti appositamente da Roma attesa la complessità e il valore storico artistico delle opere da rimuovere.

Le fasi del recupero sono state seguite dal Parroco Don Andrea da funzionari della Diocesi di Senigallia, da amministratori comunali e da semplici cittadini del piccolo comune.
La chiesa dichiarata inagibile a causa delle lesioni riportate dal campanile e pertanto in attesa di messa in sicurezza è un vero e proprio scrigno di opere d’arte.

Tra i beni recuperati figura una maestosa pala d’altare raffigurante “Il martirio e il trionfo di San Vito” datata 1777 attribuita a Pietro Labruzzi. La maestosa tela alta circa 6 metri e larga circa 3 si trovava nell’altare centrale. Inoltre 18 dipinti del XVI- XVII e XVIII secolo, sculture in legno del XVIII secolo, tutti di ambito marchigiano.

I beni una volta recuperati sono stati prontamente messi in sicurezza dai restauratori, quindi catalogati e depositati in luoghi sicuri in attesa che possano tornare alla collegiata non appena le condizioni di staticità della stessa lo consentiranno.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2017 alle 17:04 sul giornale del 16 marzo 2017 - 1054 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, cristina carnevali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHsy